Il prossimo campionato di Serie A1 di pallanuoto femminile si disputerà a otto squadre con il blocco delle retrocessioni. A seguito della rinuncia all’iscrizione delle società Rapallo Pallanuoto e NC Milano, la Federazione Italiana Nuoto ha deciso così di far giocare otto squadre.
A causa dell’emergenza Covid 19 la Federazione aveva deciso di congelare i verdetti per la stagione in corso: così, oltre ai titoli di campione d’Italia, erano state bloccate pure le retrocessioni in Serie A2. Alcune squadre per motivi economici hanno poi optato per l’autoretrocessione, rinunciando dunque all’iscrizione in Serie A1 e ripartendo dalla categoria inferiore: è il caso di Rapallo e Milano.
Purtroppo le condizioni economiche in cui versano le aziende che fino ad oggi ci hanno sostenuto, non consentono di programmare la stagione con le adeguate coperture finanziarie necessarie ad assicurare il regolare svolgimento dell’attività agonistica pallanuotistica di alto livello” il commento del presidente del club lombardo Walter Vucenovic”.
Non ci saranno ripescaggi: la Federazione ha infatti annunciato che la prossima Serie A1 si disputerà così con sole otto squadre, invece delle dieci previste da regolamento. Dalla stagione 2021/2022 si tornerà però a dieci squadre: anche il prossimo torneo di massima divisione, infatti, non prevederà retrocessioni, mentre dalla Serie A2 verranno promosse due squadre.
La Serie A1 femminile sarà così composta: L’Ekipe Orizzonte, CS Plebiscito Padova, SIS Roma, CSS Verona, Rari Nantes Florentia, Bogliasco,Pallanuoto Trieste, Vela Nuoto Ancona.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!