Pallanuoto

Pallanuoto femminile / Padova terzo! Rapallo battuto

Final six di pallanuoto femminile. Padova si prende l’Europa, battendo Rapallo nella finale del terzo posto per 11-4. Le campionesse d’Italia uscenti, dopo quattro titoli consecutivi, gestiscono la partita con un’ottima difesa (2/12 in inferiorità con 5/13 di realizzazioni) e allungano vincendo il terzo tempo per 5-0 trascinate da Queirolo, capitano del Setterosa vice campione olimpico, autrice di 4 gol.
Le parole del tecnico Stefano Posterivo: “Sono contento per oggi, perchè era una partita che emotivamente non si presentava facile. Dopo cinque anni di finali scudetto consecutive, non arrivarci è stata una bella “mazzata”, seppur sapessimo delle difficoltá. Ma per fortuna abbiamo l’animo vincente: poteva essere una partita complicata, infatti giá ieri, ma anche oggi in pre-partita, ho detto alle ragazze di levarci dalla mente la delusione, perchè oggi avremmo dovuto giocare una partita al meglio per vincere, rimanere fuori dalle coppe europee dell’anno prossimo sarebbe stato davvero brutto per noi. Sono molto contento, perchè le ragazze hanno fatto una bella partita, e questo mi fa molto piacere, perchè ci da sicuramente spinta, anche in prospettiva“.

Chiudiamo la Final Six ai piedi del podio ma forti di avercela messa tutta nonostante gli ostacoli (su tutti, gli infortuni) che si sono messi sulla nostra strada in questi tre giorni e consapevoli di aver disputato un ottimo campionato.  Ripartiamo da qui: da questi sorrisi che ci danno già la carica per la prossima stagione” si legge sul profilo Facebook della società ligure.

Plebiscito Padova-Rapallo 11-4
Plebiscito Padova: Teani, Barzon, Savioli 1, Gottardo, Queirolo 4, Casson, Millo 1, Dario 1, Grab 1, Ranalli 2, Meggiato, Armit 1, Giacon. All. Posterivo.
Rapallo: Lavi, Zanetta, Viacava, Avegno, Marcialis 1, Gagliardi, Co’, D’amico, Emmolo 1, Zimmerman 1, Genee, Cocchiere 1, Risso. All. Antonucci.
Arbitri: Nicolosi e Calabrò.
Note: parziali 3-1, 1-2, 5-0, 2-1. Espulsa con sostituzione Gottardo (P) a 7’35 del terzo tempo. Uscite per limite di falli Genee (R) a 7’35 del terzo tempo, Dario (P) a 28″, Marcialis (R) a 3’12 e Zimmerman (R) a 6’30 del quarto tempo. Superiorità numeriche: Plebiscito Padova 5/13, Rapallo 2/12 + un rigore parato da Teani ad Emmolo a 3’32 del primo tempo, sul 3-1. Ammoniti per proteste i tecnici Antonucci (R) a 5’13 del primo tempo e Posterivo (P) nell’intervallo tra il secondo e il terzo tempo. Il portiere Risso (R) sostituisce Lavi a 90 secondi dalla fine. Spettatori 300 circa.