Pallanuoto

Pallanuoto femminile / World League: l’Italia è argento! Vincono gli Usa

Applausi per l’Italia femminile di pallanuoto capace di tenere stata agli Stati Uniti nella finale di World League. Le azzurre hanno giocato alla pari dei campioni olimpici e mondiali degli Stati Uniti andando più volte avanti nel punteggio (4-3 a metà gara).
Probabilmente la gara poteva cambiare a favore azzurra se Bianconi  non avesse sbagliato il rigore che avrebbe potuto dare il nuovo vantaggio nel terzo periodo, e invece ha ridato coraggio le avversarie trascinare da Mckenzie Fischer capace di segnare una quaterna e trascinare le compagne alla qualificazione olimpica e primo posto della Superfinal di World League disputata alla Duna Arena di Budapest.
Le americane vincono consecutivamente il torneo dal 2014. La partita era anche il remake della finale olimpica di Rio 2016 persa 12-5 dall’Italia. Resta la consapevolezza di una manifestazione giocata da protagonista che ha avuto sei partite una dietro l’altra di alta intensità e di ottima fattura battendo l’Olanda campione europea o la Russia recente argento in Europa Cup.

USA-Italia 10-9
USA: Longan , Musselman 2, Seidemann , Fattal 1, Hauschild , Steffens , Haralabidis 1, Neushul 1, Fisher A. 1, Gildchrist, Fisher M. 4 (1 rig.), Wiliams , Johnson . All. Krikorian
Italia: Gorlero , Tabani 2, Garibotti 2 (1 rig.), Avegno , Queirolo , Aiello , Picozzi , Bianconi 1, Emmolo 1, Palmieri 1, Chiappini 2, Viacava , Lavi . All. Conti
Arbitri: Muller (Arg), Ohme (Ger)
Note: parziali 2-2, 1-2, 4-2, 3-3. Spettatori 500 circa. In porta per gli Usa Johnson. Bianconi sbaglia un rigore nel terzo tempo (parato) a 1.30. Superiorità numeriche: Usa 3/10 + 1 rigore, Italia 5/8 + 2 rigori. Garibotti uscita per limite di falli a 0.43 nel quarto tempo.

IL CAMMINO DELL’ITALIA

Gruppo A 
Olanda, Australia, Italia, Cina
Gruppo B 
Stati Uniti , Russia , Ungheria, Canada

Martedì 4 giugno,
Russia-Canada, 19-17 dtr (15-15)
Olanda-Cina, 15-7
Stati Uniti-Ungheria, 12-9 (arbitro Severo)
Australia-Italia, 7-9

Mercoledì 5 giugno
Australia-Cina 10-8
Stati Uniti-Canada 15-4
Olanda-Italia 7-8
Russia-Ungheria 14-9 arbitro Severo

Giovedì 6 giugno
Russia-Stati Uniti 7-12 arbitro Severo
Olanda-Australia 8-7
Canada, Ungheria 14-16
Cina-Italia 7-10

Girone A: Italia 9, Olanda 6, Australia 3, Cina 0
Girone B: Usa 9, Russia 5; Ungheria 3, Canada 1

Venerdì 7 giugno – quarti di finale
1. A2-B3, Olanda-Ungheria 12-10
2. A3-B2 Australia-Russia 8-9
3. A1-B4, Italia-Canada 15-10
4. A4-B1, Cina-Usa 6-21

Sabato 8 Giugno – semifinali
5-8 posto,
Ungheria-Cina 15-14
Australia-Canada 15-9 arbitro Severo

1-4 posto,
Olanda-Usa 6-8
Russia-Italia 12-13 dtr (9-9)

Domenica 9 giugno – finali
7 ° posto, Cina-Canada 10-13
5 ° posto, Australia-Ungheria 12-7
3 ° posto, Olanda-Russia 7-10 arbitro Severo
Finale Usa-Italia 10-9