Pallanuoto

Pallanuoto femminile / World League: l’Italia vola in finale! Domani gli Stati Uniti!

Fonte: Getty Images

L’Italia di pallanuoto femminile fa sognare ancora. Le ragazze azzurre hanno battuto la Russia 13-12 ai rigori accedendo così alla finale di World League alla Duna Arena di Budapest, che assegnerà il primo pass olimpico.
I tempi regolamentari chiusi 9-9 avevano visto un superlativo Setterosa per due tempi e con cinque reti di vantaggio (7-2). Poi il gioco sporco e molte controfughe velenose hanno portato addirittura le russe sul 9-8 a due minuti dalla fine, con Simanovich scatenata e autrice di una quaterna. Garibotti pareggia a un minuto e diciotto dal termine una gara, dove la stessa azzurra e Bianconi avevano sbagliato un rigore.
Nel finale Fabio Conti cambia Lavi per Gorlero in porta. E’ la mossa decisiva perchè il tredici azzurra para un rigore al fenomeno Karimova e ipnotizza Gerzanich che spara sul palo, dopo che anche Garibotti si era fatta parare il penalty da Karnaukh.
Stati Uniti sono la squadra da battere. Stiamo lavorando per guadagnare il pass olimpico, ma anche per testarci e finora abbiamo dimostrato di battercela con tutte. Domani daremo fino all’ultima stilla di sudore per vincere. Oggi c’è stato un avvio molto importante delle regazze che poi hanno subito un calo inevitabile. La Russia ha giocato un po’ sporco premiata dagli arbitri, e tanti episodi a sfavore come i due rigori sbagliati avrebbero ammazzato chiunque. E invece ho visto la giusta mentalità che ci ha portato a recuperare e passare ai penalties con il nostro secondo portiere (Lavi ndr) che non aveva giocato neanche un secondo fin qui, ed è stata decisiva sugli ultimi due rigori mettendo un pezzettino importante anche lei su questo bel percorso di gruppo“.
Domani alle 20.15 l’Italia di pallanuoto femminile troverà quindi i campioni olimpici degli Stati Uniti. Azzurre che non hanno mai vinto il torneo intercontinentale e che giocano a distanza di cinque anni la finale proprio contro le statunitensi contro cui persero nel 2014 Kunshan 10-8. E’ la quarta finale contro le americane contro cui il Setterosa ha sempre perso: a Tianjin per 9-7 nel 2011 e a Cosenza 9-6 nel 2006. Le azzurre sono le ultime ad aver battuto a livello internazionale le americane: tra World league, Mondiale e Olimpiadi l’ultima sconfitta fu il 28 luglio del 2015 a Kazan per 10-9. Italia che vinse il gruppo C e poi conquistò il bronzo. Gli Usa alla fine vinsero il titolo. Insomma domani una sfida che si annuncia spettacolare, in gioco prestigio, onore e il primo pass olimpico.

Russia-Italia 12-13 dtr (9-9)
Russia: Verkhoglyadova , Bersneva , Prokofyeva 1, Karimova 2, Tolkunova , Gorbunova 1, Serzhantova , Simanovich 4, Timofeeva , Soboleva , Ivanova , Gerzanich 1, Karnaukh . All. Gaidukov
Italia: Gorlero , Tabani , Garibotti 2, Avegno 2, Queirolo 2, Aiello , Picozzi 1, Bianconi 1, Emmolo , Palmieri , Chiappini 1, Viacava , Lavi . All. Conti
Arbitri: Moller (Arg), Varkonyi (Ung)
Note: parziali 3-6, 2-1, 0-1, 4-1. Spettatori 200 circa. In porta per la Russia Karnaukh. Bianconi fallisce un rigore a 4.00 del secondo tempo (palo). Garibotti fallisce un rigore a 4.40 del quarto tempo. Superiorità numeriche: Russia 4/12, Italia 4/9 + 2 rigori. Bersneva (R) uscita per limite di falli a 4.40 del quarto tempo. Stolkunova (R) uscita per tre falli a 6.35 nel quarto periodo. Tempi regolari terminati 9-9. Ai rigori: Chiappini gol, Simanovich gol, Avegno gol, Serzhantova gol, Bianconi gol, Prokofieva gol, Queirolo gol, Karimova parato da Lavi, Garibotti parato, Gerzanich palo. Ammonita Karnaukh per perdita di tempo.