Pallavolo

Pallavolo femminile / Bartoccini Perugia promossa in Serie A1! Le foto della festa

foto Rubin / LVF

Pallavolo femminile. La Bartoccini Perugia ha conquistato  la promozione in Serie A1 femminile di volley dopo la vittoria al tie break in casa della Zambelli Orvieto. Festa grande in casa Bartoccini Volley Perugia dopo che la squadra aver chiuso la Pool promozione di A2 a parimerito con il Trentino che ha vinto 3-1 in casa di Mondovì, ma nel computo delle vittorie le perugine hanno avuto la meglio. Così la festa ha potuto avere inizio tra lacrime di gioia e un entusiasmo incontenibile. Dopo otto anni Perugia torna nella massima categoria anche a livello femminile.

ORVIETO – PERUGIA 2-3 (25-17, 22-25, 25-23, 20-25, 11-15)
ORVIETO: Montani 13, Ciarrocchi 10, D’Odorico 20, Prandi 4, Decortes 23, Bussoli 8, Ciarrocchi (L), Mucciola 1, Kantor. ALl.: Solforati
PERUGIA: Casillo 11, Pietrelli 14, Kotlar 7, Pascucci 21, Smirnova 27, Demichelis 3, Bruno (L), Donà. Ne Gierek, Santibacci, Marchi, Fastellini. All.: Bovari
Arbitri: Ciaccio e Di Blasi.

Informazioni sull'autore

Matteo Angeli

Matteo Angeli

Direttore responsabile

Il fatto di aver avuto un papà bravo giornalista ha indubbiamente segnato la mia vita. Ma di sicuro lui non ha influito minimamente quel giorno che, appena diciottennne, rimasi folgorato da un tremendo fatto di cronaca. Chiesi ad un cronista di portami con se e fu in quel momento, mentre osservavo la scena, che sentii nascere qualcosa dentro: da grande anch'io avrei fatto il giornalista. Neppure il tempo di pensare che mi trovai in prova a Radio Babboleo, l'emittente più importante della mia terra, la Liguria. Quindi l'assunzione, poi le prime esperienze in tv, sui giornali locali, fino ad approdare al "mitico" Corriere Mercantile. Cronaca nera, politica, spettacoli e poi sport, tanto sport. Poi tante altre esperienze, di ogni tipo, in ogni campo. Oggi dopo quasi trent'anni il giornalismo è cambiato, e non poco. Io, a parte qualche ruga e qualche capello bianco, sono invece rimasto lo stesso. Pronto all'ennesima sfida.

Commenta

Clicca qui per commentare