Pallavolo

Pallavolo femminile /Già tutto esaurito per la finale scudetto Conegliano-Novara

Imoco, Pallavolo
Imoco Volley Conegliano
Tutto esaurito in prevendita il Palaverde di Treviso per gara2 di Finale Scudetto che si giocherà domani, sabato, alle 20.30 tra le campionesse in carica di Imoco Volley Conegliano e l’Igor Gorgonzola Novara. Gara1 giocata il 1° maggio ha visto la vittoria esterna per 3-0 delle Pantere. Sugli spalti ci saranno più di cinquemila spettatori.

“Non ci culliamo sugli allora di gara1, domani ci aspettiamo una Novara molto diversa – spiega coach Daniele Santarelli –  l’altro giorno non erano la squadra che conosciamo bene, quella che ci ha già battuto anche in casa nostra. Sappiamo che sarà una battaglia e dovremo essere pronte, servirà un gioco migliore rispetto a mercoledì, specie nel muro-difesa. Le ragazze lo sanno e hanno già resettato la prima partita, la concentrazione ora è tutta su gara2 dove avremo una grande cornice di pubblico che ci darà una grossa mano”.
Ecco le date della serie:
Gara1 1 Igor-Imoco 0-3
Gara2 4 maggio, ore 20.30 – Palaverde
Gara3 6 maggio, ore 20.30 – Palaverde
Gara4 (EV) 10 maggio, ore 20.30 – PalaIgor Novara
Gara5 (EV) 12 maggio, ore 18.00 – Palaverde
BIGLIETTI
Tutto esaurito al Palaverde, le casse verranno aperte alle 19.00 per il ritiro delle buste delle società in convenzione e degli accrediti.
MEDIA
Diretta Rai Sport HD in chiaro sul digitale terrestre e sul satellite. Diretta LVF TV in streaming video (in abbonamento, da www.legavolleyfemminile.it). Differita domenica alle 22.00 su CafèTV24 (canale 95 ddt).

Informazioni sull'autore

Matteo Angeli

Matteo Angeli

Direttore responsabile

Il fatto di aver avuto un papà bravo giornalista ha indubbiamente segnato la mia vita. Ma di sicuro lui non ha influito minimamente quel giorno che, appena diciottennne, rimasi folgorato da un tremendo fatto di cronaca. Chiesi ad un cronista di portami con se e fu in quel momento, mentre osservavo la scena, che sentii nascere qualcosa dentro: da grande anch'io avrei fatto il giornalista. Neppure il tempo di pensare che mi trovai in prova a Radio Babboleo, l'emittente più importante della mia terra, la Liguria. Quindi l'assunzione, poi le prime esperienze in tv, sui giornali locali, fino ad approdare al "mitico" Corriere Mercantile. Cronaca nera, politica, spettacoli e poi sport, tanto sport. Poi tante altre esperienze, di ogni tipo, in ogni campo. Oggi dopo quasi trent'anni il giornalismo è cambiato, e non poco. Io, a parte qualche ruga e qualche capello bianco, sono invece rimasto lo stesso. Pronto all'ennesima sfida.

Commenta

Clicca qui per commentare