Pallavolo

Pallavolo femminile / Serie A1: 1ª giornata, sintesi e tabellini

Pallavolo femminile / Serie A1: 1ª giornata, sintesi e tabellini
Bisonte Firenze

Serie A1: calendario, risultati e classifica aggiornati

Il campionato di Serie A1 femminile ha inizio con cinque successi e cinque sconfitte: Igor Gorgonzola Novara, Saugella Team Monza e Il Bisonte Firenze, Unet E-Work Busto Arsizio e Savino Del Bene Scandicci rispondono presente e conquistano i primi tre punti in classifica. A parte il match tra Lardini Filottrano e Savino Del Bene Scandicci che si protrae fino al quarto set, le altre partite vengono chiuse in tre tempi. Vediamo nel dettaglio la sintesi della prima giornata.

Si accendono le luci al Palaverde dove l’Imoco Volley s’impone con un rotondo 3-0 sulla Pomì Casalmaggiore. Dopo la celebrazione delle tre azzurre d’argento ai mondiali e il ricordo di Sara Anzanello con il minuto di silenzio, il match ha inizio. Coach Santarelli schiera l’Imoco con  Wolosz-Fabris, Tirozzi-Easy, Samadan-Danesi e libero De Gennaro. La gara parte con l’ace messo a segno da Valentina Tirozzi, a cui risponde Kenia Carcares pareggiando immediatamente il conto. I ritmi sono alti e al primo time out, chiamato dal coach della Pomì Gaspari, il risultato è 9-5 per le padrone di casa. Il secondo set è caratterizzato da una serie di muri di Anna Danesi che bloccano gli attacchi della Rahimova. La partita si equilibra con la Pomì che riesce ad ottenere un break 4-0 (18-19). Si gioca colpo su colpo, come dimostrano i parziali in chiusura di secondo set, ma l’Imoco conduce con un gap di +3. Il terzo set si apre con il vantaggio della Pomì, ma la squadra di casa non ci sta e riprende in mano la partita portandosi a +5. Sul 18-11 coach Gaspari chiama il time out per riorganizzare le idee della sua squadra, ma le Pantere della Imoco chiudono il set senza appello a 25-22.

Alla Saugella Monza serve meno di un’ora e mezza per imporsi sul Club Italia Crai. Il primo set è giocato con equilibrio fino a che le monzesi si portano in vantaggio grazie alle giocate di Orthmann. Sul 5-3 per le padrone di casa, Crai perde la regista Morello – sospetta distorsione alla caviglia destra – e per Saugella la partita si mette in discesa. Dopo l’allungo sul 11-6 la squadra ospite prova a risalire con i punti portati da Pietrini, che accorcia sul 14-10, ma non basta. Il finale è tutto per le padrone di casa che si portano sul 22-11 e Ortolani chiude il set 25-18. La gara è caratterizzata non da un altissimo ritmo e da diversi errori da entrambe le parti soprattutto al servizio.  

Il Bisonte Firenze non sbaglia la prima partita davanti ai tifosi di casa contro la neopromossa Reale Mutua Fenera Chieri. I pronostici non la davano per favorita, anche perché l’organico è stato completato solo da pochi giorni. Mister Caprara non ha potuto lavorare appieno con tutto il gruppo e questo ne ha risentito dal punto di vista dell’amalgama. Individualmente però le ragazze hanno messo in campo tutta la loro qualità. I primi due set terminano con pochissimi punti di scarto, a testimonianza dell’equilibrio generale del match, mentre nel terzo la continuità della squadra di Firenze viene fuori: buona prova a muro, nove vincenti e quattro di Alberti, in ricezione con il72% di perfette e buone idee in attacco con Lippmann, Santana e Alberti tutte in doppia cifra. Chieri da parte sua non regala nulla alle avversarie dimostrando di poter essere un avversario temibile da affrontare.

Emozionante patita tra la Zanetti Bergamo contro la Unet di Busto Arsizio. La vittoria va alla squadra ospite e coach Marco Mencarelli ha avuto ottime risposte dalle sue ragazze. Il primo set è equilibrato: per Bergamo, Acosta tiene alto il ritmo dell’attacco, ma Busto risponde colpo su colpo. Le squadre arrivano sul 13 pari, ma le ospiti allungano sul 16-17. In chiusura di set la distanza è di soli due punti (24-26). Il vantaggio galvanizza la squadra ospite che nel secondo set va a +8. Coach Bertini cambia qualcosa per provare a mettere nuova linfa in campo: esce Acosta, entra Courtney sul parziale di 13-21. Sul finale Zanetti annulla due palle set, ma Busto sigilla il risultato sul 15-25. Nel terzo tempo si ripete la situazione di equilibrio vista nel primo: 6-6, allungo delle ospiti fino a 6-10 e partita che finisce 20-25.

Partita tiratissima tra Lardini Filottrano e Savino Del Bene Scandicci. La Lardini soccombe in casa contro la corazzata di Scandicci, ma non lo fa senza lottare. Al PalaBaldinelli si assiste ad un grande spettacolo: Lardini non è una squadra cinica e concreta a differenza di Scandicci che sa gestire il vantaggio conquistato, senza lasciarsi condizionare. Il primo set è l’unico che porta la firma della squadra di casa, al netto di qualche errore di troppo. Break e contro break sono una costante. Un passaggio decisivo è il punto preso dalla Di Iulio (sul 23 pari) e protagonista assoluta del parziale è la greca Vasilantonaki con sette punti nel set, muro e attacco decisivo per il 25-23. Savino Del Bene però viene fuori sulla lunga distanza e costruisce il suo vantaggio nel nel terzo e quarto set, merito anche della incontenibile Isabelle Haak capace di concretizzare i punti decisivi della partita, portando alla vittoria la sua squadra grazie al servizio (22 punti).


Serie A1, 1ª giornata: tabellini

Imoco Conegliano – Pomì Casalmaggiore 3-0 (25-12, 25-22, 25-14)
Pomì:
Bertolo 1, Spirito, Lussana, Marcon 1, Gray 7, Bosetti 3, Redenkovic, Arrighetti ne, Carcaces 3, kakolewska, Pincerato 3, Rahimova 16, Cuttino. All. Gaspari
Imoco: Nagaoka, Bechis ne, Easy 18, De Kruijf ne, Folie ne, Fersino ne, De Gennaro, Danesi 7,
Samadan 7, Fabris 13, Wolosz 1, Hill ne, Tirozzi 6, Sylla ne, Moretto ne. All. Santarelli
arbitri: Piperata Gianfranco e Pozzato Andrea
durata set: 28’, 27’, 22’
Spettatori: 4.630
Note: Errori battuta Pomì 9, Imoco 8; aces Pomì 2, Imoco 5; muri Pomì 3, Imoco 6; errori punto
Pomì 23 Imoco 12 – MVP Megan Easy

Saugella Team Monza – Club Italia Crai 3-0 (25-21, 25-15, 25-18)
Saugella Team Monza: Hancock 5, Begic 9, Devetag 5, Ortolani 10, Orthmann 11, Adams 5; Arcangeli (L). Partenio 1, Balboni, Facchinetti, Bianchini 1, Melandri 2. Ne: Bonvicini. All. Falasca.
Club Italia Crai: Omoruyi 7, Fahr, Nwakalor S. 10, Pietrini 6, Kone 3, Morello; De Bortoli (L). Malual, Lubian 2, Populini 2, Panetoni (L), Scola 2. Ne: Battista, Nwakalor L. All. Bellano.
Arbitri: Luca Sobrero e Maurina Sessolo.
Durata set: 25’, 24’, 27’.
Saugella Team Monza: a 8, bs 8, mv 3, et 19.
Club Italia Crai: a 0, bs 14, mv 6, et 22.

Lardini Filottrano – Savino Del Bene Scandicci: 1-3 (25-23, 22-25, 23-25)
Lardini Filottrano: Vasilantonaki 16, Garzaro 8, Scwhan, Yang, Tominaga 3, Baggi, Di Iulio (C) 12, Cardullo (L), Cogliandro, Whitney 16, Rumori, Pisani 10. Allenatore: Chiappini L.
Savino Del Bene Scandicci: Mastrodicasa, Bisconti, Malinov 3, Hood, Mitchem 17, Merlo (L), Papa, Haak 22, Mazzaro 12, Zago, Caracuta, Stevanovic 8, Bosetti (C) 6. Allenatore: Parisi C.
Arbitri: Davide Prati, Federick Moratti.
Spettaori: 2500 circa.

Zanetti Bergamo – Unet E-Work Busto Arsizio 0-3 (24-26, 15-25, 20-25)
Zanetti Bergamo: Smarzek 6, Imperiali, Olivotto 9, Sirressi (L), Courney 2, Tapp 4, Carraro, Mingardi 7, Cambi 2, Loda 3, Acosta 7, Strunjak ne. All. Bertini. Battute vincenti 1, errate 9. Muri: 6.
Unet E-Work Busto Arsizio: Piani, Peruzzo, Herbots 7, Grobelna 15, Gennari 17, Cumino ne, Orro, Leonardi (L), Bonifacio 12, Meijners ne, Berti ne, Botezat 6. All. Mencarelli, 2° Musso. Battute vincenti 2, errate 9. Muri: 9.
Spettatori: 1577 (250 da Busto Arsizio)

Il Bisonte Firenze – Reale Mutua Fenera Chieri 3-0 (25-23, 27-25, 25-20)
Il Bisonte Firenze: Sorokaite 6, Alberti 11, Lippmann 21, Bonciani ne, Degradi 4, Santana 13, Daalderop ne, Parrocchiale (L), Candi 4, Dijkema 5, Popovic, Venturi. All. Caprara.
Reale Mutua Fenera Chieri: Bresciani (L1), Perinelli 7, Caforio (L2), Dapic ne, Scacchetti ne, Aliyeva, Gyselle Silva 15, Tonello, Angelina 15, Middleborn 3, Barysevic 3, De Lellis, Akrari 4. All. Secchi.
Arbitri: Santi – Vagni.
Durata set: 27’, 30’, 24’
Spettatori totali
: 1000.

 

Informazioni sull'autore

Francesca Faralli

Francesca Faralli

Nata prematura sotto il segno dei gemelli, nel lontano 1986, mi appassiono ad ogni tipo di sport fin dalla tenera età: non importa se siano freccette, tiro con l’arco o il beerpong: dove c’è competizione, c’è passione.
Tennista di lunga data, nel tunnel del Fantacalcio da ormai 17 anni, tifosa blucerchiata e malata di calcio. Collaboro con CalcioNews24e SampNews24.

Commenta

Clicca qui per commentare