Ci siamo, è iniziato il conto alla rovescia all’inizio della Serie A1 di pallavolo femminile e pure Roslandy Acosta, la schiacciatrice venezuelana della Zanetti Bergamo, non vede l’ora di cominciare. Domenica, al Pala Agnelli di Bergamo, partirà il campionato delle rossoblù contro Busto Arsizio e lei è una delle tre “reduci” della passata stagione insieme a Lucia Imperiali ed Ema Strunjak. La Zanetti riparte da un gruppo che può contare sulla palleggiatrice vicecampione del mondo Carlotta Cambi oltre che sulla talentuosa statunitense Megan Courtney, anch’ella reduce dai Campionati del mondo. Da questi spunti partono le dichiarazioni della Acosta, sul sito ufficiale della Lega Pallavolo Serie A Femminile: «Abbiamo lavorato molto duramente e siamo state un po’ stanche, ma ci sentiamo pronte a iniziare e c’è davvero un’ottima atmosfera, dentro e fuori dal campo. Mi sento bene nella squadra: siamo un gruppo giovane e questo mi piace e mi ha fatto stare subito bene. Abbiamo tutte tanta voglia di lavorare».

La schiacciatrice venezuelana si sofferma anche sul lavoro fatto con il nuovo allenatore Matteo Bertini: «Mi sento più libera rispetto alla scorsa stagione. Forse perché era il mio primo in Italia. Un gioco molto veloce quello che ci chiede Bertini, nuovo per me. Ma che potrà mettere in difficoltà gli avversari». In ultima battuta, uno sguardo al match d’esordio con Busto Arsizio: «Busto è una buona squadra, molto competitiva. Dobbiamo però pensare a noi e a giocare il nostro gioco, perché stiamo lavorando molto bene e siamo focalizzate sull’obiettivo».

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!