Pallavolo

Pallavolo/Serie A1, 9ª giornata Samsung Volley Cup: sintesi e tabellini

Pallavolo Lardini Filottrano
Lardini Filottrano

Serie A1: calendario, risultati e classifica aggiornata alla 9ª giornata

Nella 9ª giornata della Samsung Volley Cup riposa la Igor Gorgonzola Novara, in vetta alla classifica, ma si danno battaglia le avversarie, lanciate all’inseguimento. La sorpresa di giornata è la Savino Del Bene Scandicci che, partita in sordina, ha conquistato punto su punto fino ad arrivare alla vittoria contro l’Imoco Volley di Conegliano. Il successo, conquistato davanti ai propri tifosi in quattro set, permette alla squadra di coach Parisi di agguantare il secondo posto in classifica. Il match è decisamente equilibrato: tra le fila della Scandicci si mettono in luce Haak (29 individuali), Vasileva e Bossetti (11 punti a testa); mentre nell’Immoto sono Fabris (17), Hill (14) e Sulla (12) le mattatrici del match. La prima frazione di gioco sembra vedere l’Imoco in grande spolvero: il set si chiude in soli in poco più di venti minuti e la squadra ospite marca un divario di 11 punti. Non ci sta Savino Del Bene che si porta subito in pareggio nel secondo set, chiudendo la frazione 25-22. Tutto da rifare per l’Imoco, ma l’inerzia della partita è cambiata. Decisivo il terzo set che si allunga fino ai vantaggi e che vede Scandicci strappare dalle mani di Conegliano il punto che l’avrebbe portata sul 1-2. Forte della vittoria di due set le padrone di casa chiudono il conto al quarto parziale con un divario di +7 dalle avversarie.

Non sbaglia la Unet e-Work di Busto Arsizio che, tra le mura avversarie, sconfigge in quattro set la Banca Valsabbina Millenium Brescia. Tutte le frazioni di gioco sono abbastanza tirate, entrambe le squadre si equivalgono e l’ultimo set si protrae ai vantaggio regalando un bellissimo spettacolo di sport. Brescia sta sugli scudi con le impeccabili Villani (22) e Nicoletti (26), ma Busto risponde con Gennari (19), Piani (14), Herbots (12) e Bonifacio (12). Il primo parziale è molto equilibrato sia per punti realizzati, che per errori evitabili. La testa avanti la mette la UYBA che marca un vantaggio di 21 a 25. Non ci stanno le padrone di casa che, tra le mura del PalaGeorge, agguantano l’immediata pareggio distanziando di 6 punti le avversarie. Il terzo set è un preludio di quello che sarà l’ultimo parziale, si va ai vantaggi perché entrambe le squadre vogliono la vittoria: parte meglio la Unet che marca un parziale di 1-5, risponde immediatamente Brescia pareggiando sul 7-7. Si va avanti così fino al 22-22, con la squadra che va sotto subito pronta a riacciuffare il pareggio. Villani segna il 23-22, ma Herbots marca il controsorpasso 23-24. Prima palla break annullata, ma seconda che va a segno con UYBA che si aggiudica il parziale. L’ultimo set è una replica di quanto visto nella terza frazione, si va avanti punto su punto fino al 34-34: dopo cinquanta minuti Millenium cede 36-38 alla potenza delle avversarie, ma esce a testa alta dal campo per l’ottima partita disputata.

Vittorie secche in tre set per Il Bisonte Firenze contro Club Italia Crai e per la Saugella Team Monza contro la Pomì Casalmaggiore. La squadra toscana torna alla vittoria battendo il fanalino di coda della classifica, che però esprime un buonissimo gioco corale ed è condannato solo da alcuni episodi. La maturazione della squadra di coach Bellano si vede di partita in partita, ma è necessario sistemare i problemi alla battuta (troppi falli) e dare più concretezza in fase di attacco. Il match è combattuto fin dal primo set, ma l’accelerazione del Bisonte e gli errori al servizio della squadra di casa consegnano la vittoria per 21-25 alle ospiti. Forti del vantaggio le ragazze di Firenze non perdono tempo e si aggiudicano anche il secondo set sulla falsariga della prima partita (19-25). Club Italia Crai prova a rientrare in partita e gioca un ottimo terzo set portandosi avanti 20-14, ma Firenze risponde subito con l’attacco di Daalderop e il muro vincente (20-17). L’ingresso delle fuoriclasse Lippmann e Dijkema decreta la rimonta definitiva e la vittoria per 24-26 de Il Bisonte Firenze. Tutto facile per Saugella Team Monza nel posticipo di campionato contro la Pomì Casalmaggiore. Le monzesi partono subito bene nel primo set e si mantengono costantemente in vantaggio, non lasciando mai la possibilità alle avversarie di pareggiare e rientrare in partita. Meglio la Pomì nella seconda frazione di gioco che si porta in avanti e mantiene il vantaggio fino al pari 15-15. Reagisce Monza, che riesce a portarsi in vantaggio con la giocata di Bianchini e chiude la pratica 25-21. Terzo ed ultimo set in cui l’inerzia non cambia: Pomì in equilibrio e trascinata dall’attacco vincente di Rahimov, Monza risponde presente e riacciuffa le avversarie in un amen, ottenendo la vittoria per 25-20.

Partita infuocata tra la Reale Mutua Fenera Chieri, che riesce a togliere lo zero dalla sua classifica, contro la Zanetti Bergamo. Si arriva fino al tie-break in una partita che è totalmente equilibrata, fatta di vantaggi e sorpassi da ambo le parti. Il risultato di 3-2 è la somma di quanto visto in campo: Chieri avrebbe potuto fare di più, trovandosi in vantaggio 2-1 nel quarto set e sul parziale di 22-21. È mancata quel pizzico di cattiveria e lucidità di chiudere il conto e ottenere bottino pieno. La Zanetti, più matura e organizzata, ha saputo risalire la china fino ad aggiudicarsi due punti in palio, al netto dei tanti infortuni che ne hanno condizionato il gioco. Non si conferma invece Bosca San Bernardo di Cuneo contro un’ottima Lardini Filottrano. La squadra ospite manca totalmente nella prima frazione di gioco, ma si riprende e pareggia nel secondo set. Il terzo parziale si gioca punto su punto, ma Lardini è più brava in ricezione e si aggiudica il set 25-22, si replica nel quarto set dove non reagisce la Bosca San Bernardo e Lardini chiude 25-16.


Serie A1, 9ª giornata: sintesi e tabellini

SAVINO DEL BENE SCANDICCI – IMOCO CONEGLIANO 3-1 (14-25, 25-22, 26-24, 25-18)
SAVINO DEL BENE SCANDICCI: Bosetti 11, Ferreira Da Silva 11, Haak 29, Vasileva 11, Stevanovic 4, Malinov 1, Merlo (L), Caracuta, Papa, Mitchem, Zago. Non entrate: Hood, Mazzaro, Bisconti. All. Parisi.
IMOCO VOLLEY CONEGLIANO: Danesi 7, Fabris 17, Hill 14, De Kruijf 6, Wolosz 3, Sylla 12, De Gennaro (L), Tirozzi, Fersino, Samadan. Non entrate: Moretto, Bechis. All. Santarelli. ARBITRI: Bellini, Simbari. NOTE – Spettatori: 1400, Durata set: 23′, 29′, 34′, 29′ ; Tot: 115′.

BANCA VALSABBINA BRESCIA – UNET BUSTO ARSIZIO 1-3 (21-25, 25-18, 24-26, 36-38)
BANCA VALSABBINA MILLENIUM BRESCIA: Villani 22, Veglia 4, Nicoletti 26, Rivero 13, Washington 9, Di Iulio 2, Parlangeli (L), Miniuk 2, Norgini, Bartesaghi, Pietersen, Manig. Non entrate: Biava. All. Mazzola.
UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO: Gennari 19, Berti 5, Orro 2, Herbots 12, Bonifacio 12, Grobelna 8, Leonardi (L) 1, Piani 14, Meijners 6, Botezat 1. Non entrate: Cumino, Peruzzo. All. Mencarelli. ARBITRI: Rolla, Oranelli. NOTE – Spettatori: 1200, Durata set: 31′, 29′, 31′, 50′ ; Tot: 141′.

REALE MUTUA CHIERI – ZANETTI BERGAMO 2-3 (25-15 14-25 25-19 23-25 10-15)
REALE MUTUA FENERA CHIERI: Perinelli 8, Barysevic 11, De Lellis 2, Aliyeva 11, Akrari 6, De La Caridad Silva 20, Caforio (L), Dapic 1, Scacchetti 1, Bresciani, Tonello. Non entrate: Middleborn, Angelina. All. Secchi.
ZANETTI BERGAMO: Courtney 3, Tapp 9, Cambi 5, Acosta Alvarado 14, Olivotto 18, Smarzek 13, Sirressi (L), Mingardi 8, Loda 2, Carraro. Non entrate: Strunjak, Imperiali. All. Bertini. ARBITRI: Turtu’, Feriozzi. NOTE – Spettatori: 819, Durata set: 22′, 18′, 25′, 30′ , 13′ ; Tot: 108′.

CLUB ITALIA CRAI – IL BISONTE FIRENZE 0-3 (21-25 19-25 24-26)
CLUB ITALIA CRAI: Omoruyi 9, Kone 4, Nwakalor 11, Populini 9, Nwakalor 3, Morello 1, De Bortoli (L), Lubian 2, Panetoni, Scola, Malual. Non entrate: Fahr, Battista, Bassi. All. Bellano.
IL BISONTE FIRENZE: Popovic 5, Lippmann 14, Santana 9, Candi 6, Dijkema 2, Degradi 6, Parrocchiale (L), Daalderop 2, Sorokaite 1, Bonciani. Non entrate: Venturi, Alberti. All. Caprara. ARBITRI: Bassan, Sessolo. NOTE – Spettatori: 512, Durata set: 26′, 31′, 28′; Tot: 85′.

SAUGELLA TEAM MONZA – POMI’ CASALMAGGIORE 3-0 (25-19 25-21 25-20)
SAUGELLA TEAM MONZA: Begic 12, Adams 8, Hancock 5, Orthmann 11, Melandri 3, Ortolani 5, Arcangeli (L), Bianchini 8, Devetag 3, Facchinetti. Non entrate: Bonvicini, Balboni, Partenio. All. Falasca.
POMI’ CASALMAGGIORE: Bosetti 7, Arrighetti 5, Rahimova 8, Carcaces 10, Kakolewska 6, Pincerato, Spirito (L), Gray 6, Cuttino 2, Radenkovic 1, Marcon. Non entrate: Lussana, Mio Bertolo. All. Gaspari. ARBITRI: Florian, Rapisarda. NOTE – Spettatori: 904, Durata set: 28′, 28′, 28′; Tot: 84′.

LARDINI FILOTTRANO – BOSCA SAN BERNARDO CUNEO 3-1 (25-20, 15-25, 25-22, 25-16)
BOSCA S.BERNARDO CUNEO: Bosio, Van Hecke 25, Zambelli 7, Mancini 3, Cruz (C) 12, Salas 11; Ruzzini (L); Baiocco, Markovic 1, Kaczmar, Menghi. N.e.: Kavalenka. All.: Pistola. II All.: Petruzzelli. Ricezione positiva: 59%. Attacco: 41%.
LARDINI FILOTTRANO: Tominaga 6, Whitney 9, Garzaro 7, Pisani 13, Di Iulio (C) 9, Vasilantonaki 17, Cardullo (L); Schwan, Cogliandro 1. N.e.: Yang, Baggi, Rumori. All.: Schiavo. Ricezione positiva: 67%. Attacco: 41%. Durata: 27’, 22’, 28’, 24′. SPETTATORI: 1500

Informazioni sull'autore

Francesca Faralli

Francesca Faralli

Nata prematura sotto il segno dei gemelli, nel lontano 1986, mi appassiono ad ogni tipo di sport fin dalla tenera età: non importa se siano freccette, tiro con l’arco o il beerpong: dove c’è competizione, c’è passione.
Tennista di lunga data, nel tunnel del Fantacalcio da ormai 17 anni, tifosa blucerchiata e malata di calcio. Collaboro con CalcioNews24e SampNews24.

Commenta

Clicca qui per commentare