Il cielo di Berlino, a distanza di 12 anni, torna a colorarsi – almeno un po’ – di azzurro. Non è il calcio a regalare le emozioni del trionfo in Coppa del Mondo ma l’atletica che, ad inizio agosto, regala una medaglia di bronzo all’Italia nella marcia 20 Km.

Antonella Palmisano, dopo esser salita l’anno scorso, ai Mondiali di Londra, sul gradino più basso del podio bissa il successo ai campionati Europei in Germania. Terzo tempo per lei che chiude la sua gara in un’ora 27 minuti e 30 secondi. Record stagionale per lei che si classifica alle spalle di Anezka Drahotova che consegna l’argento alla Repubblica Ceca e a Maria Perez che regala l’oro alla Spagna.

Vincere di nuovo, dopo un anno una medaglia non era facile anche dopo il cambio di preparazione in vista delle Olimpiadi di Tokyo. Sono molto felice, tra poco mi sposo e i preparativi mi hanno tolto qualcosa dal punto di vista atletico ma sono davvero molto contenta” le sue parole al termine della gara.

Non facile mantenere la concentrazione in una gara partita con quasi due ore di ritardo sull’orario previsto: una fuga di gas lungo il tragitto che avrebbero dovuto percorrere le atlete ha allarmato la polizia che ha avviato tutti i controlli e messo in sicurezza la zona prima di dare lo start.

Nella top ten c’è spazio anche per un’altra azzurra, Valentina Trapletti che per la prima volta in carriera ferma il cronometro sotto l’ora e mezza. Male invece  Eleonora Giorgi che ha chiuso con un chilometro di anticipo la sua gara nel peggiore dei modi, con una squalifica.

 

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!