Costume e società

Paoletta: “Pazza per il crossfit, ma le polpette di melanzane…”

Paoletta: "Pazza per il crossfit, ma le polpette di melanzane..."

La sua voce per milioni di italiani è inconfondibile. Paola Pelagalli, in arte Paoletta, da anni accompagna gli italiani attraverso quello splendido mezzo che è la radio. Sempre calma e con la battuta pronta, ha la capacità di trasmettere serenità in ogni momento della giornata. La sua trasmissione al mattino su Radio Italia è ormai un punto di riferimento per tanti.

Paoletta, che rapporto hai con lo sport?
“Splendido, non potrei farne a meno”
Il preferito?
“Crossfit”
Che sport vorresti un giorno facesse suo figlio?
“Uno qualsiasi, ma di squadra”
Come ti mantieni in forma?
“Facendo Crossfit e Trail running. Anzi ora per una volta  faccio io come chi chiama in radio: voglio salutare il mio bravissimo coach Matteo Angioletti e lo staff di Crossfiterba”.

Quanti tatuaggi hai?
“Una farfalla su una caviglia”
Un ricordo dai 0 ai 10 anni…
“Il mio gattino che mi dorme sulla pancia”
Un ricordo dai 10 ai 20 anni…
“La telefonata di Radio Deejay per un provino”
Un ricordo dell’ultimo anno?
“Il palco e il pubblico del Radio Italia Live durante la mia animazione”
La prima cosa che fai al mattino?
“Guardare il panorama sul “mio”bellissimo lago di Pusiano”
L’ultima prima di andare a letto?
“Leggo”
Ti è mai ubriacata?
“Qualche volta”
La parolaccia che dici più spesso?
“Merda”
La gioia più grande della tua vita?
“La nascita di mio figlio Samuele”
La delusione più grande?
“Non mi viene in mente”
Da 0 a 100 quanto contano i soldi nella tua vita?
“70”
I tui principi fondamentali?
“Rispetto, educazione, inclusione, elasticità”
Il sesso?
“Una magnifica invenzione”
La canzone che hai in testa in questo momento?
“Down With the Sickness dei Disturbed ”
L’ultimo libro che ti è piaciuto?
“L’isola delle farfalle di Corina Bomann”
Piatto preferito?
“Polpette di melanzane”
Bevanda preferita?
“The verde al gelsomino”
Hai mai ricevuto una proposta indecente?.
“Purtroppo no. Avrei rifiutato ma mi sarei divertita a sentirmela formulare”
La legge è uguale per tutti?
“Voglio pensare che sia così”
Sei mai stata raccomandata da qualcuno?
“No mai”
Tre cose che guardi in un uomo…
“Tricipiti, i deltoidi e le unghie”
Sei fedele?
“Sì'”
Gelosa?
“Certo”
Felice?
“Sì”
Che cosa non faresti mai neppure per 100 milioni di euro?
“Uccidere”
Di cosa hai paura?
“Ho paura delle mie paure”
Cosa cambieresti del tuo corpo?
“Il collo”

Gli alieni esistono?
“Spero di sì e che siano simpatici”
Sei stata sincera in questa intervista?
“Al 90%”

 

Informazioni sull'autore

Matteo Angeli

Matteo Angeli

Direttore responsabile

Il fatto di aver avuto un papà bravo giornalista ha indubbiamente segnato la mia vita. Ma di sicuro lui non ha influito minimamente quel giorno che, appena diciottennne, rimasi folgorato da un tremendo fatto di cronaca. Chiesi ad un cronista di portami con se e fu in quel momento, mentre osservavo la scena, che sentii nascere qualcosa dentro: da grande anch'io avrei fatto il giornalista. Neppure il tempo di pensare che mi trovai in prova a Radio Babboleo, l'emittente più importante della mia terra, la Liguria. Quindi l'assunzione, poi le prime esperienze in tv, sui giornali locali, fino ad approdare al "mitico" Corriere Mercantile. Cronaca nera, politica, spettacoli e poi sport, tanto sport. Poi tante altre esperienze, di ogni tipo, in ogni campo. Oggi dopo quasi trent'anni il giornalismo è cambiato, e non poco. Io, a parte qualche ruga e qualche capello bianco, sono invece rimasto lo stesso. Pronto all'ennesima sfida.

Commenta

Clicca qui per commentare