Sport rotellistici

Pattinaggio Artistico / Mondiale: Bronzo per l’Italia nel Sincro

Pattinaggio Artistico / Mondiale: Bronzo per l'Italia nel Sincro

Nei Campionati del Mondo di Pattinaggio Artistico in  corso di svolgimento in Francia a fare incetta di medaglie sono stati i due team dell’Argentina che si sono piazzati in prima e seconda posizione. L’Italia chiude la classifica con un bronzo del team Sincro Roller Calderara. Le azzurre, con il programma intitolato “Skeletons”, hanno conquistato giuria e pubblico in un’atmosfera che riportava un po’ alla spettrali.
In totale sono scesi in pista 7 team tra Argentina, Italia, Germania e Cina Taipei. Standing ovation, dunque, per la squadra del Sud America Millennium che, grazie al programma dall’omonimo nome, ha sbaragliato la concorrenza. In un’atmosfera festosa, che ha coinvolto il pubblico presente, le atlete di Millennium sono riuscite a conquistare il gradino più alto del podio nonostante la penalità dovuta a una caduta. Nella pista di Vendéspace, al Parc de Beaupuy di Mouilleron-Le-Captif, hanno invece ricevuto la medaglia d’argento le connazionali del team “Roller Dreams”. Queste ultime, riproducendo il famoso film Grease, da cui il nome dell’esibizione, hanno saputo catalizzare l’attenzione donando un pieno di energia e di colori. A contribuire anche gli sgargianti abiti fluo.
Chiudono invece al quinto posto le italiane del Monza Precision Team con “The Godfather” e al sesto le colleghe del Precision Team Albinea con “The Dream”.

Informazioni sull'autore

Matteo Angeli

Matteo Angeli

Direttore responsabile

Il fatto di aver avuto un papà bravo giornalista ha indubbiamente segnato la mia vita. Ma di sicuro lui non ha influito minimamente quel giorno che, appena diciottennne, rimasi folgorato da un tremendo fatto di cronaca. Chiesi ad un cronista di portami con se e fu in quel momento, mentre osservavo la scena, che sentii nascere qualcosa dentro: da grande anch'io avrei fatto il giornalista. Neppure il tempo di pensare che mi trovai in prova a Radio Babboleo, l'emittente più importante della mia terra, la Liguria. Quindi l'assunzione, poi le prime esperienze in tv, sui giornali locali, fino ad approdare al "mitico" Corriere Mercantile. Cronaca nera, politica, spettacoli e poi sport, tanto sport. Poi tante altre esperienze, di ogni tipo, in ogni campo. Oggi dopo quasi trent'anni il giornalismo è cambiato, e non poco. Io, a parte qualche ruga e qualche capello bianco, sono invece rimasto lo stesso. Pronto all'ennesima sfida.

Commenta

Clicca qui per commentare