Sport rotellistici

Pattinaggio Velocità/Storica Lollobrigida: per la prima volta l’Italia sul podio

SSKATING-OLY-2018-PYEONGCHANG
AFP PHOTO / Roberto SCHMIDT
Francesca Lollobrigida è nella storia del pattinaggio di velocità in pista lunga: la 27enne frascatana, per la prima volta in cinquant’anni, porta l’Italia delle donne sul podio degli Europei allround. A Collalbo, sull’altopiano del Renon in provincia di Bolzano, di fronte ai propri tifosi, conquista un bronzo che vale quanto un oro.
Terza venerdì nei 500 e nei 5000, seconda nei 1500 e sesta nei 5000 oggi, per un terzo posto finale da consegnare dritto dritto agli annali (164.937 punti). A precedere l’azzurra soltanto l’olandese Antoinette De Jong (162.918) e, di un soffio, la ceca Martina Sablikova (164.064), addirittura all’undicesima medaglia in dodici edizioni. E alle sue spalle un mostro sacro come l’altra orange Ireen Wust (166.054), cinque titoli nel cassetto insieme a tanto altro.
Per il gruppo guidato dal c.t. Maurizio Marchetto è la conferma che il movimento, nonostante una base che fatica ad allargarsi, al vertice ha proprio imparato a starci. Insomma arrivano le prime soddisfazioni con la speranza che questi successi facciano da richiamo per tanti giovani.

Informazioni sull'autore

Matteo Angeli

Matteo Angeli

Direttore responsabile

Il fatto di aver avuto un papà bravo giornalista ha indubbiamente segnato la mia vita. Ma di sicuro lui non ha influito minimamente quel giorno che, appena diciottennne, rimasi folgorato da un tremendo fatto di cronaca. Chiesi ad un cronista di portami con se e fu in quel momento, mentre osservavo la scena, che sentii nascere qualcosa dentro: da grande anch'io avrei fatto il giornalista. Neppure il tempo di pensare che mi trovai in prova a Radio Babboleo, l'emittente più importante della mia terra, la Liguria. Quindi l'assunzione, poi le prime esperienze in tv, sui giornali locali, fino ad approdare al "mitico" Corriere Mercantile. Cronaca nera, politica, spettacoli e poi sport, tanto sport. Poi tante altre esperienze, di ogni tipo, in ogni campo. Oggi dopo quasi trent'anni il giornalismo è cambiato, e non poco. Io, a parte qualche ruga e qualche capello bianco, sono invece rimasto lo stesso. Pronto all'ennesima sfida.

Commenta

Clicca qui per commentare