La “veterana d’acciaio” Catherine Bertone della Sandro Calvesi Aosta sarà domani al via della Maratona di Praga (Cec). Si rimette in gioco, con grinta ammirevole, una delle mezzofondiste master più forti al mondo. Lunedì il medico pediatra di Aosta soffierà su 47 candeline, ma l’entusiasmo è da ragazzina: “Sarà l’esordio annuale. Ne vengo da 1h13’44” su una gara di mezza maratona, e sono fiduciosa.L’ideale è un passaggio di 1h14’ e pochi…poi sarà questione di testa”. S
Sarà anche un’altra gara da aggiungere alla collezione di esperienze positive fatte registrare in tutto il mondo. Agli Europei di Berlino Catherine fu ottava in 2h30’06”, contribuendo in maniera decisiva all’argento a squadre.Sempre a Berlino , qualche anno prima, la “gemma” della migliore prestazione mondiale per 45enni : 2h28’17”, un risultato eccezionale. Domani sarà durissima: al via l’ex keniana (naturalizzata israeliana) Lornah Salpeter (2h24’17” a Firenze qualche mese fa), ma soprattutto l’ennesimo talento etiope, Amane Beriso, accreditata di un eccezionale 2h20’48”. Al via anche la campionessa uscente Bornes Chepkirui (Kenya). E’ chiaro che Catherine non dovrà seguire il loro ritmo, ma fare gara a sé, conscia del fatto che il percorso non è proprio rettilineo.”Ai raduni della nazionale ho avuto delle buone sensazioni. Certo, la mia vita è vorticosa,  ma le motivazioni ci sono. Spero che non faccia troppo freddo”. Pensare che , lavorando in un’ospedale, deve conciliare preparazione atletica con turni di lavoro. Eccezionale, cosa dire? Speriamo che, sul Ponte Carlo e vicinanze, lei sfoderi quel bel sorriso al quale ci ha abituati….