Non è da tutte centrare due podi di corse su strada internazionali nel giro di quattro giorni: ma quando parliamo di Valeria Straneo tutto è possibile. Giovedì scorso Valeria, classe 1977, è giunta terza nella Corrida di San Geminiano a Modena, una corsa su strada dal grande fascino popolare, capace di aggregare tremila iscritti nel capoluogo emiliano. L’attuale detentrice del limite nazionale di maratona (2h23’44”) ha lottato fino all’ultimo con Giovanna Epis e con l’africana Elvanie Nimbona, conquistando una terza piazza di prestigio.
Ieri eccola ancora in azione nella 14° Mezza Maratona Internazionale delle due perle a Santa Margherita Ligure, in uno scenario purtroppo contraddistinto da pioggia battente e maltempo fino a un’ora dalla partenza. Poi, fortunatamente l’azzurra di Alessandria è riuscita a gareggiare senza inzupparsi d’acqua. Ed eccola sfrecciare prima, al termine dei 21,096 chilometri, in 1h18’02”, addirittura dodicesima assoluta.
“Quando mi hanno detto che la Mezza delle due perle sarebbe stata organizzata lo stesso, nonostante la tragedia della mareggiata, non ci ho pensato troppo. Ho raccolto l’invito degli organizzatori”. Il percorso era nuovo.  “Qui ho sempre corso bene. Ho anche realizzato il record del percorso vecchio, era il 2012, con 1h11’10”. Oggi ho effettuato un bel test in vista di una maratona. Prima di partire, ho fatto un riscaldamento di 14 chilometri”.
Per lei nessun problema in gara, una galoppata solitaria in testa dal primo chilometro. Adesso Straneo è allenata dall’ex olimpionico di maratona Stefano Baldini: “Fino a qualche anno fa avevo sofferto di dolori e problemi muscolari. Mi sembra di rinascere”. Adesso, dopo un altro impegnativo periodo di training, per lei ci sarà una maratona. La classica (e mitica) competizione di 42,195 chilometri l’ha sempre vista in auge.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!