È stato un agosto ricco di soddisfazioni per l’Italia che, dopo le medaglie arrivate dal nuoto, può festeggiare anche il primo lasciapassare per le prossime olimpiadi di Tokyo. Nel 2020 in Giappone, nella rassegna internazionale più importante, ci saranno sicuramente Benedetta Di Salle e Alessandra Dubbini dello YC Italiano che, entrando in Medal Race,  qualificano l’Italia nella classe 470.

Soddisfatte le due atlete azzurre che si qualificano con una gara di anticipo. Tra le otto nazioni che accedono alla Medal Race c’è anche il Giappone che, in ogni caso, avrebbe visto la propria barca qualificarsi in quanto Host Country.

Abbiamo chiuso quinte, ci aggiudichiamo la Medal Race e qualifichiamo l’Italia per la prossima Olimpiade” le parole della Di Salle a fine gara. Le fa eco la compagna Dubbini: “Abbiamo rischiato un po’ perché non siamo partite al meglio ma siamo state brave a risalire la classifica. È stata la nostra determinazione ad esser l’arma vincente. Adesso non abbiamo più nulla da perdere ma solo tanta voglia di continuare a dimostrare il nostro valore”.

Ad un punto dalla Medal Race, nei Nacra 17, Lorenzo Bressani e Cecilia Zorzi che si classificano 11esimi. Dietro di loro Ruggero Tita e Caterina Banti che chiudono alla posizione numero 12 della classifica generale.

Prima gioia anche per Valentina Balbi che vince la prima gara della fase finale dei Laser Radial. Male invece Silvia Zennaro che chiude la stessa alla posizione 40.

Altro mezzo sorriso per l’Italia negli RS:X con Marta Maggetti che consolida, dopo tre parziali, il suo sesto posto overall mentre Flavia Tartaglini si ritrova 19esima.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!