“Ci pare doveroso nei confronti di chi ci ha seguito in questi tre anni comunicare che,oggi è stata giocata la nostra ultima partita ufficiale con la maglia Bianca,purtroppo non si hanno le forze per proseguire e nonostante i nostri sacrifici senza per altro fare debiti,non esisterà più un Accademia Acqui Femminile. La nostra pagina non verrà chiusa ma la lasceremo attiva per chi avrà voglia di ricordare la piccola storia delle BIANCHE. Cogliamo l’occasione per ringraziare le istituzioni,sponsor,tifosi,fan,amici e tutti coloro che hanno collaborato nel percorso delle Bianche. Per sempre….. DUMAAAAA BIANCHEEEEE!”.

Dalla pagina Facebook dell’Accedemia Acqui un messaggio d’addio che nessuno avrebbe mai voluto leggere. E’ stato un fulmine a ciel sereno, arrivato dopo l’ennesima ottima prestazione nell’ultima giornata di campionato e un quarto posto nel girone C. L’Accademia Acqui Femminile dopo 3 anni chiude e dice addio al panorama calcistico. “Abbiamo deciso di dire basta – ci spiega mister Maurizio Fossati – perché oltre i sacrifici che già facciamo non possiamo andare. Ieri, dopo la gara contro il Bologna, la società si è riunita e a malincuore ha preso questa decisione. Abbiamo fatto un percorso enorme in questi tre anni, ma siamo costretti a dire basta”. 

Ma facciamo un passo indietro per ricordare la breve storia della squadra. L’Accademia Acqui era nata 3 anni fa in sodalizio con la squadra maschile, in estate però la decisione di staccarsi e continuare con le sole forze del Femminile. Al via c’erano due sponsor pronti a supportare la squadra, ma di questi solo uno si è dimostrato di parola e ha confermato quanto promesso. Questo ha reso la stagione ancora più difficile, costringendo la società ad ulteriori sacrifici per l’iscrizione al campionato 2015-16.

Anche l’appello al Comune di Acqui non è stato accolto, da qui la decisione di decretare la fine delle bianche. Tanti i messaggi di sostegno arrivati sulla pagina Facebook della squadra, “Mi dispiace” quello più comune. Anche noi della redazione di Sportdonna.it abbiamo accolto con grande rammarico una notizia che non avremmo mai voluto scrivere. Duma Bianche!

 

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!