Quello tra Res Roma e Tavagnacco è stato un 3 a 3 con polemiche che, nel finale, hanno provocato l’espulsione di capitan Nagni per le giallorosse e Amedeo Cassia per il Tavagnacco.

Queste, per romafemminile.it, le parole del tecnico Fabio Melillo: “Difficile spiegare la gara, perché chiaramente c’è rammarico; premetto che le ragazze hanno fatto una grande partita, forse la migliore per qualità e occasioni create, e meritavamo di più del pareggio. Poi registriamo l’ennesimo show arbitrale: noi reclamiamo tre rigori e le immagini ci diranno se avremo ragione, ma sembravano nettissimi, a cui vanno aggiunte ammonizioni non date con sistematici falli per fermare le nostre ripartenze e tanto altro. Poi abbiamo interpretato male la fase del doppio vantaggio e dovevamo gestire un po di più palla, mentre invece abbiamo preso dei contropiede e non deve succedere”.

Poi, ancora più duro: “Infine il rammarico aumenta se penso a come certa gente può avvicinarsi al nostro calcio in maniera così maleducata, roba da riconsegnare la tessera Aiac: persone non degne di dirigere squadre in tornei di quint’ordine! Il sig. Cassia ha fatto succedere il finimondo lasciando finalmente la mano su una gara in cui aveva veramente capito poco, e la terna ha permesso cose inaudite e per noi anche la beffa dell’espulsione; veramente sono schifato di quanta gente circola nel mondo del calcio senza modi e competenze, e trova anche la complicità di chi dovrebbe tutelare super partes”.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!