Ricette Salute & Fitness

Ricetta/Torta dietetica allo yogurt con gocce di cioccolato in poche mosse

Photo by NordWood Themes on Unsplash

La ricetta della settimana è una torta dietetica allo yogurt con gocce di cioccolato nasce come una ricetta svuota-frigo. La proposta arriva anche questa volta dagli amici di Fitwithfun.
Basta un po’ di yogurt, dell’albume, un po’ di burro di arachidi e un solo uovo.
Da questi basilari ingredienti viene fuori questa torta meravigliosa.
Si possono sostituire le farine o utilizzarle insieme a proteine in polvere o cacao magro in polvere, si possono variare i burri di frutta secca, si possono cambiare gli aromi, lo yogurt, si possono aggiungere gocce di cioccolato, frutta secca tritata, frutta fresca, frutta disidratata.
La cosa che ti risulterà interessante è che questa torta alla yogurt ha una media delle 100 calorie a porzione, ed è senza zucchero.
E che al massimo sporcherai un mixer e uno stampo, la torta è semplice, la può fare chiunque! Provaci! Questa torta allo allo yogurt con gocce di cioccolato è fantastica!

INGREDIENTI (per 10 porzioni)

  • 1 uovo
  • 150 g di albume
  • 1 banana (circa 100 g)
  • 100 g di yogurt greco 0%
  • 70 g di Fiocchi di Avena (senza glutine)
  • 70 g di farina di riso
  • 20 g di Burro di Arachidi (oppure qualsiasi altro burro fatto in casa: di mandorle, di nocciole, etc, o un cucchiaio di olio di semi)
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci o di bicarbonato
  • vaniglia
  • 30 g di gocce cioccolato fondente

Preriscalda il forno a 180º.
In un mixer metti la banana. l’uovo e la vaniglia e aziona fino a formare una crema.
Aggiungi i fiocchi di avena, lo yogurt e il burro di arachidi e aziona ancora.
Infine aggiungi la farina di riso, l’albume, il lievito e continua ad azionare.
Aggiungi all’impasto le gocce di cioccolato e gira con un cucchiaino.
Versa l’impasto nello stampo scelto e inforna per 15/20′.

Informazioni sull'autore

Matteo Angeli

Matteo Angeli

Direttore responsabile

Il fatto di aver avuto un papà bravo giornalista ha indubbiamente segnato la mia vita. Ma di sicuro lui non ha influito minimamente quel giorno che, appena diciottennne, rimasi folgorato da un tremendo fatto di cronaca. Chiesi ad un cronista di portami con se e fu in quel momento, mentre osservavo la scena, che sentii nascere qualcosa dentro: da grande anch'io avrei fatto il giornalista. Neppure il tempo di pensare che mi trovai in prova a Radio Babboleo, l'emittente più importante della mia terra, la Liguria. Quindi l'assunzione, poi le prime esperienze in tv, sui giornali locali, fino ad approdare al "mitico" Corriere Mercantile. Cronaca nera, politica, spettacoli e poi sport, tanto sport. Poi tante altre esperienze, di ogni tipo, in ogni campo. Oggi dopo quasi trent'anni il giornalismo è cambiato, e non poco. Io, a parte qualche ruga e qualche capello bianco, sono invece rimasto lo stesso. Pronto all'ennesima sfida.

Commenta

Clicca qui per commentare