Il difensore del Riviera di Romagna Mara Catena ha parlato sulle pagine del sito ufficiale della società, partendo proprio dalla sfida contro il San Bernardo Luserna dello scorso fine settimana: “La partita contro il Luserna è stata abbastanza tesa, con i tre punti in palio che erano molto importanti per entrambe le formazioni e noi siamo partite un po’ a rilento, ma siamo state brave a reagire e a non abbatterci quando siamo andate sotto nel punteggio 1-0 e 2-1 e anche quando siamo rimaste in dieci ci abbiamo creduto lottando di squadra. Penso che alla fine il pareggio ci stia perché le occasioni più importanti le avevamo avute noi, anche se per com’è arrivato, nei minuti finali ed in inferiorità numerica per noi è certamente un punto preziosissimo”.

Sulla serie A e il suo ambientamento al Riviera di Romagna: “E’ un torneo molto impegnativo sotto tanti punti di vista, per il valore delle giocatrici e delle squadre avversarie, per l’intensità e l’attenzione che serve negli allenamenti e nelle partite e quando due anni fa ero riuscita a vincere il campionato con il San Zaccaria avevo deciso di rinunciare per gli impegni di studio all’Università e anche quest’anno per dire il vero ho dovuto saltare alcune sedute di allenamento per preparare degli esami. Dal punto di vista della squadra mi sono ambientata molto bene alla Riviera di Romagna, tante ragazze le conoscevo, altre le ho conosciute strada facendo e le compagne più esperte hanno dato una mano a me e alle più giovani ad affrontare un torneo così impegnativo: ora mancano quattro partite alla fine della stagione, siamo un gruppo unito e lotteremo tutte assieme per centrare l’obiettivo comune, che è la permanenza della squadra in serie A”.

Per quanto riguarda la sfida di sabato contro il Graphistudio Tavagnacco: “E’ una squadra molto forte, con dei valori importanti ed hanno qualcosa di più rispetto a noi. Anche la classifica è lì a dimostrarlo, però secondo me non sarà una partita così scontata come si può pensare, perché noi abbiamo spirito, entusiasmo, grandi motivazioni e venderemo cara la pelle, cercando di sfruttare le nostre qualità per centrare un buon risultato”.

(Foto a cura di Serena Nicolò)

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!