Barbora Krejcikova trionfa al Roland Garros di Parigi. Per la sesta volta consecutiva vince una tennista che che non aveva mai conquistato uno slam. Krejcikova, che ha ottenuto grandi successi soprattutto nel doppio femminile (Roland Garros e Wimbledon nel 2018 e Australian Open dal 2019 al 2021 nel misto), era al suo quinto torneo del Grande Slam in carriera ed era in serie aperta da 11 partite, dopo aver trionfato al torneo di Strasburgo.

La finale di Barbora

Ad alzare il trofeo è stata quindi la ceca Barbora Krejcikova, numero 33 del ranking mondiale che ha battuto in finale la russa Anastasia Pavlyuchenkova (numero 32 Wta). Per entrambe le giocatrici era la prima finale in uno dei tornei che compongono il Grande Slam, cioè quelli più prestigiosi al mondo: prima di questa edizione del Roland Garros Krejcikova non era mai andata oltre gli ottavi, mentre Pavlyuchenkova si era fermata ai quarti di finale.
Barbora ha battito l’avversaria in tre set, con il punteggio di 6-1, 2-6, 6-4, in 1 ora e 56 minuti di gioco. Dopo aver dominato il primo set ha subito la rimonta della russa nella seconda frazione ma nel terzo ha avuto la capacità di reagire e conquistare il suo momento di gloria.

La dedica speciale

E’ il giorno più importante della mia vita, voglio ringraziare tutte le persone che mi hanno sostenuto, a partire dal mio team. E non posso dimenticare la persona che mi ha motivato più di chiunque altra, Jana Novotna, che avrà sempre un posto speciale nel mio cuore“. Jana Novotna, campionessa a Wimbledon nel 1998 è scomparsa nel 2017, è stata l’allenatrice che dieci anni fa si prese cura della nuova freca vincitrice del Roland Garros facendola crescere tantissimo.