Presentato oggi a Parma il terzo turno del Sei Nazioni Femminile 2019 di Rugby che vedrà in campo Italia ed Irlanda il 23 febbraio alle ore 19.45 alla Cittadella del Rugby.
La Federazione Italiana Rugby ha accettato la richiesta del Rugby Colorno che ha suggerito di disputare l’importante sfida allo Stadio Sergio Lanfranchi. L’impianto – intitolato al simbolo del rugby parmigiano scomparso nel 2001- è la sede delle gare interne della franchigia federale dello Zebre Rugby Club nei tornei internazionali Guinness PRO14 e EPCR Challenge Cup.
In classifica dopo i primi due turni l’Italia è seconda a 7 punti, a 3 lunghezze dall’Inghilterra. Nei 12 precedenti l’Italia femminile non ha mai superato la formazione che rappresenta le quattro province irlandesi, vincitrice del torneo due volte nel 2013 e nel 2015.
Capitanate da Manuela Furlan, le Azzurre scenderanno in campo forti di una bella vittoria 28-7 ottenuta in trasferta sulla Scozia nel primo turno e di un pareggio colto nella seconda giornata di sabato scorso allo Stadio Via del Mare di Lecce contro il Galles per 3 a 3.
“Il rugby femminile è in crescita in varie zone d’Italia, già dal livello juniores a partire dalla U14 – ha spiegato Fabio Beraldin responsabile movimento femminile per FIR – ciò ci fa ben sperare per il futuro del movimento e ci da fiducia per il futuro della nazionale. Siamo al lavoro infatti per creare presto una nazionale U20 anche a livello femminile, i numeri sono importanti e ce lo chiedono”.
Poi l’intervento di Ivano Iemmi, presidente del Rugby Colorno F.C.: “Ringrazio la Federazione Italiana Rugby che ha creduto nel nostro progetto e ci ha affidato l’organizzazione di questo evento. La vera sfida è quella di far collaborare pubblico e privato: quando succede abbiamo dimostrato che si possono centrare i risultati in questo tipo di eventi. Ringrazio anche i partner commerciali, col loro aiuto questo evento non si sarebbe potuto realizzare. Nel mio gruppo ci sono tante persone che lavorano per dare la possibilità a questa Italdonne di battere finalmente le irlandesi. La Cittadella del Rugby è la casa del rugby femminile, lo stadio è perfetto per un evento internazionale. Abbiamo messo in campo tutto il possibile per far sentire Furlan e compagne a casa sabato 23 Febbraio. Per noi è una stagione intensa di eventi: un’annata che ci vedrà affrontare tante sfide. Una la vogliamo vincere, per questo abbiamo chiesto l’aiuto di Cristina Quintini: uscire dal mondo del rugby e portare il nostro valore ad un pubblico più ampio. Chi conosce le nostre ragazze finisce per amarle e dimentica molti pre-concetti!”.
Andrea Di Giandomenico, head coach della Nazionale Femminile di rugby:”Un piacere tornare a Parma, a Colorno ho tanti amici e strutture che ci permetteranno di prepararci al meglio. Veniamo da una striscia positiva di risultati: è segno che la squadra sa stare in campo ed è conscia dei suoi punti di forza. Non dobbiamo pensare troppo alla gara ma fare quello che prepariamo in campo. Il gruppo lo ha già dimostrato; non abbiamo mai battuto l’Irlanda ma abbiamo sempre visto gare piacevoli contro di loro: un avversario che ha equilibrio di forze tra avanti e trequarti. Noi abbiamo le armi per giocare alla pari questa sfida. Le atlete sono genuine, in loro coincidono la persona e l’atleta in campo e fuori e ciò le rafforza tanto”.
La gara tra Italia ed Irlanda di sabato 23 Febbraio alle ore 19.45 sarà trasmessa in diretta tv in Italia su Eurosport 2 ed in diretta streaming su Eurosport Player all’indirizzo www.eurosportplayer.it

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!