Vari

Rugby / Serie A femminile 2018-2019, diciottesima giornata

Serie A femminile di rugby 2018-2019, diciottesima giornata

Fischi finali sui campi della Serie A femminile di rugby 2018-2019, la diciottesima giornata di campionato va in archivio e con essa anche la regular season. In attesa dell’inizio dei playoff, andiamo a vedere risultati e classifiche al termine della stagione regolare

Nel Girone 1 grande attenzione era rivolta alla sfida fra Rugby Colorno e l’Iniziative – Villorba Rugby: le campionesse d’Italia in carica hanno chiuso in bellezza, riscattando la sconfitta casalinga contro il Valsugana Rugby Padova ed affacciandosi nel modo migliore alla post season. Per l’Iniziative – Villorba Rugby sfuma la pratica primo posto, perché pur avendo una partita da recuperare le venete non hanno la possibilità di superare il Valsugana Rugby Padova, che ha vinto in scioltezza contro il Verona Rugby e ha raggiunto quota 80 punti, non più raggiungibile dalle avversarie.
Nel Girone 2 Unione R. Capitolina e CUS Ferrara Rugby, già sicure rispettivamente della prima e della seconda posizione, hanno ottenuto due vittorie che le hanno fatte issare ancor più in alto. La sfida chiave, invece, era quella fra Rugby Bologna 1928 e Rugby Belve Neroverdi: lo spareggio per accedere ai playoff scudetto è andato, di misura, alle padrone di casa, al termine di una partita tiratissima e vissuta con grande agonismo da ambo le parti.
Le abruzzesi disputeranno invece un turno di spareggio contro la quinta del Girone 1, il Benetton Treviso, esattamente come accadrà per le quinte del raggruppamento, le Donne Etrusche Rugby, che giocheranno contro l’Itinera CUS Torino, formazione giunta al quarto posto nel Girone 1.

Terminata la fase a Gironi, le squadre classificatesi al primo posto dei Gironi 1 e 2 accedono direttamente alle Semifinali. Le altre due semifinaliste si identificheranno attraverso due barrage con gare di sola andata secondo il seguente schema:

Barrage A 19 maggio
2/a Classificata Girone 1 v Rugby Bologna 1928 (in casa della squadra seconda classificata)
Barrage B 19 maggio
Cus Ferrara Rugby v 3/a Classificata Girone 1 (in casa della squadre seconda classificata)

Le vincenti dei Barrage accedono alle semifinali, in calendario il 26 maggio in gara unica con formula ad eliminazione diretta secondo il seguente schema:

Semifinali 26 maggio
Valsugana Rugby Padova v Vincente Barrage B
Unione Rugby Capitolina v Vincente Barrage A

La finale, in calendario nel weekend 1/2 giugno, determinerà la squadra campione d’Italia di Serie Femminile 2018/19.

Serie A femminile di rugby 2018-2019, diciottesima giornata
Girone 1
Verona Rugby – Valsugana Rugby Padova 0-104
Rugby Monza 1949 – Rugby Riviera 1975 41-5
Rugby Colorno – Iniziative – Villorba Rugby 14-5
Benetton Treviso – Itinera CUS Torino 5-7
Chicken CUS Pavia – Cus Milano Rugby ASD 5-22

Classifica dopo la diciottesima giornata

1ª) Valsugana Rugby Padova 80
2ª) Rugby Colorno 78
3ª) Iniziative – Villorba Rugby 74
4ª) Itinera CUS Torino 51
5ª) Benetton Treviso 40
6ª) Chicken CUS Pavia 31
7ª) Cus Milano Rugby ASD 31
8ª) Rugby Monza 1949 28
9ª) Rugby Riviera 1975 20
10ª) Verona Rugby -4

Girone 2
CUS Ferrara Rugby – Am. R. Torre del Greco 22-10
CUS Pisa – Unione R. Capitolina 0-90
Rugby Bologna 1928 – Rugby Belve Neroverdi 17-14
Montevirginio Mini Rugby – Donne Etrusche Rugby 7-12

Classifica dopo la diciottesima giornata

1ª) Unione R. Capitolina 79
2ª) CUS Ferrara Rugby 62
3ª) Rugby Bologna 1928 53
4ª) Rugby Belve Neroverdi 49
5ª) Donne Etrusche Rugby 40
6ª) I Puma Bisenzio Rugby 24
7ª) Montevirginio Mini Rugby 16
8ª) Am. R. Torre del Greco 11
9ª) CUS Pisa 2

Informazioni sull'autore

Stefano Nouvion

Stefano Nouvion

Dopo esserci occupati dell'analisi antropologica di alcune categorie di esseri umani tra cui i gli influencer, gli odiatori seriali sul web e le gnocche che guadagnano soldi su Instagram, oggi faremo una breve ed interessante analisi su un altro archetipo antropologico: il sottoscritto.
Il sottoscritto è un essere nato nel Nord Ovest italico, più precisamente nella striscia di terra chiamata Liguria, ancor più precisamente in quel di Genova, il 13 luglio 1994. Di solito quando si trova in territori al di fuori da queste zone, in particolare in qualsiasi posto a nord dei Giovi, soffre di saudade in forma grave.
Ottenuto il diploma di maturità (mica tanto) scientifica (ancor meno, mi sveglio ancora la notte con la paura dei compiti di trigonometria) nel 2013, il 3 maggio 2019 è riuscito a lasciare quel girone dantesco che è l'università e soprattutto il dipartimento di giurisprudenza.
Sono così malato di ciclismo che, non pago d'averlo praticato a livello giovanile, lancio la volata ogni volta che mi trovo davanti ad un monumento importante. Una volta ho pure provato a fare colpo su una ragazza con un romanticissimo: "Appena ti ho vista ho sentito le farfalle allo stomaco come nella tappa del pavé di Nibali al Tour 2014".

Commenta

Clicca qui per commentare