Dall’Italia alla Francia. Dopo la cremonese Sara Tounesi anche Silvia Turani e Francesca Sgorbini del Colorno Rugby hanno deciso di intraprendere una nuova avventura oltralpe.
Il pilone/tallonatore originaria di Bergamo Silvia Turani vestirà la maglia delle Grenoble Amazones, squadra del massimo Campionato Francese Femminile Top16. La prima Barbarians italiana della storia conciglierà il gioco con lo studio nella splendida Grenoble, dove il secondo anno di magistrale in Economia le permetterà di frequentare, in doppia laurea, la prestigiosa Grenoble Ecole de Management.
“Devo tantissimo a un club senza il quale il movimento femminile italiano non sarebbe al livello cui si trova oggi e auguro a tutte le ragazze giovani di passare per Colorno in una delle prime tappe della loro carriera”.
Il pensiero del Presidente delle Furie Rosse Ivano Iemmi sulla partenza di Silvia. “Le emozioni sono forti e contrastanti … E’ come vedere una figlia che lascia la famiglia per andare a studiare all’estero: sei contento per l’esperienza di vita che ha deciso di fare, ma sai che ti mancherà, eccome se ti mancherà. Mancherà a tutti il suo sorriso e, ancor di più, mancherà la sua disponibilità nei confronti della comunità colorente. Ma come ogni famiglia che aspetta il ritorno dei propri figli, noi aspetteremo, con impazienza, il tuo ritorno a casa”.
Lascerà il Colorno di rugby femminile anche Francesca Sgorbini che giocherà per ll’ASM Romagna. A soli 19 anni, la giocatrice di Pesaro ha arricchito la propria esperienza di tre stagioni al Rugby Colorno con la vittoria dello scudetto nel 2018, nonché con il conseguimento della maglia azzurra. Giocherà per il club di Clermont-Ferrand, l’ASM Romagnat che fa parte di Élite 1 Féminine, massimo Campionato Francese del rugby donne.
Ho terminato il liceo quest’anno e penso sia il momento giusto per mettermi alla prova e tentare un’esperienza all’estero – commenta hoscelto la Francia anche grazie ai consigli di una mia compagna di Nazionale 7s, Claudia Salvadego, che mi ha parlato bene di Clermont e dell’ASM Romagnat. Al rugby affiancherò un percorso di studi mirato, che mi permetterà prima di prendere confidenza con la lingua e poi di frequentare i corsi di Terapia Occupazionale. Voglio ringraziare tantissimo tutti gli allenatori e i preparatori atletici che mi hanno aiutata a crescere qui a Colorno, a partire da Cristian (Prestera n.d.r.), passando per Nicola (Liguori n.d.r.), fino ad arrivare a Plinio (Sciamanna n.d.r.). Tre anni fa, quando sono arrivata qui, ero soltanto una ragazzina … Il Rugby Colorno mi ha cresciuta come giocatrice e come persona. Lasciando le Furie Rosse, lascio davvero quella che era diventata la mia seconda famiglia. Mi mancheranno tantissimo le mie compagne e spero di trovare in Francia un gruppo altrettanto affiatato”.
Come detto c’è la Francia anche nel futuro di Sara Tounesi e in particolare l’ASM Romagnat, prestigiosa squadra femminile di Clermont-Ferrand che milita nel massimo Campionato Nazionale. La seconda linea classe ’95 di origini cremonesi, lascia il Rugby Colorno dopo 5 anni di altissimo livello, vissuti da protagonista e coronati dalla conquista del primo scudetto nella storia delle Furie Rosse (2018).

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!