Atletica Sport Sport estremi

Running/Camille Herron: la prima donna al mondo a superare i 260 Km nelle 24h

maxresdefault- running TIPS
running TIPS

Camille Herron, trail runner americana classe 1981, è la prima donna al mondo a superare i 260 Km nelle 24h di  gara e ad entrare con prepotenza nel Guinness dei record. La Herron, ha infatti vinto la Desert Solstice 24 hour, competizione alla quale vengono invitati solamente i migliori ultrarunner americani, arrivando a percorrere ben 262 chilometri nell’arco delle ventiquattro ore di gara previste, con 650 giri sulla pista di Central High School di Phoenix.

Grandi risultati la Herron li ha però ottenuti anche negli anni precedenti sia sui 50 che i 100 km con tempi davvero strabilianti, laureandosi campionessa del mondo nel 2015.

Correre sulle lunghe distanze è sempre stata la specialità di Camille Herron, che ha un fisico perfetto per questo sport con i suoi 54 kg su un’altezza di 1.77 cm, e che ha sempre dimostrato tantissima restistenza e concentrazione, caratteristiche senza le quali non sarebbe mai riuscita a raggiungere questi obiettivi.  La runner dell’Oklahoma, è sempre stata un’accanita sportiva; ha iniziato con il basket da piccolina, per poi passare al cross country. Nel 2007 ha debuttato con la maratona, alzando sempre più l’asticella, aumentando distanze e  quoziente  di difficoltà, fino ad innamorarsi, nel 2016, degli ultratrail.

Per praticare questa specialità ci vogliono davvero qualità particolari… ma Camille ha anche un curioso segreto: in ogni sua gara, nelle fasi finali, si ricarica sempre con qualche sorso di birra.

Camille Herron

Informazioni sull'autore

Laura Rossetti

Laura Rossetti

Nata a Genova il 31 luglio del 1978.
Mi sono sempre definita poco genovese nel carattere e poco femminile nelle passioni.
Da bambina preferivo il pallone alle bambole e oggi i tacchetti ai tacchi.
A scuola ero una bomba in italiano ma completamente incapace in matematica.
Istintiva, generosa, curiosa e alla perenne ricerca di nuove motivazioni, sono un'insoddisfatta cronica, troppo ambiziosa per non essere esigente con me stessa.
Amo lo sport, il calcio in particolare, viaggiare e consolarmi dalle piccole delusioni con lo shopping.
Il mio motto? Nulla paga più dell’ammirazione di chi stimi...

Commenta

Clicca qui per commentare