Roberta Bruni conquista il record italiano nel salto con l’asta. Al campo “Bruno Betti” di Firenze l’azzurra eguaglia il record nazionale, superando quota 4,60m alla terza prova. Il limite italiano outdoor era stato stabilito da Anna Giordano Bruno nel 2009 a Milano.
La 27enne romana dei Carabinieri, che vive e si allena a Rieti sotto la guida tecnica di Riccardo Balloni, aggiunge 8 centimetri al record personale del 2019. E si avvicina allo standard olimpico, fissato a 4,70m, ma va ricordato che la qualificazione può essere raggiunta anche tramite il ranking mondiale. 

Gara pazzesca

Non c’erano mai state due astiste italiane a 4,50 nella stessa gara. Questa volta in due riescono a fare 4,55 o anche meglio. Fino a toccare il record di 4,60 pareggiato da Roberta Bruni. Una misura che aveva già saltato una volta, al coperto, quando era junior e non aveva ancora compiuto 19 anni
Roberta ha trovato infatti una rivale a quota record: Elisa Molinarolo che le ha dato battaglia fino alla fine, nella migliore gara di sempre per la specialità in chiave azzurra, riuscendo a superare i 4,55m e diventando la terza italiana di sempre, migliorandosi di 10 centimetri. Terzo posto con 4,45m per Sonia Malavisi.

La gioia di Roberta Bruni

Roberta Bruni non nasconde la sua gioia. “Era quello che volevo da tanto tempo – spiega al sito della Fidal – e ce l’abbiamo fatta, insieme al mio allenatore Riccardo Balloni. Un record che ripaga del lavoro svolto, dopo aver cambiato qualcosa dal punto di vista tecnico quest’anno, saltando con nuove aste, e già nella stagione indoor c’erano state le prime risposte. Sono fiduciosa che questo sia soltanto l’inizio, per salire ancora. Motivata, perché tornare a queste misure mi dà una gran carica. E sono contenta di non aver mai mollato grazie al gruppo sportivo dei Carabinieri che mi ha sostenuto, al mental coach Claudio Petrucci e alla consulente Francesca Esposito. Ho ritrovato me stessa. Ora posso dire di essere nuovamente nel posto che mi appartiene. Una dedica? Sì, a mio nonno che entra in ospedale”.

Sul suo profilo Instagram il suo capolavoro e la sua gioia.

Foto Bonanni