Ecco come mantenere i chili persi ed evitare l’effetto yo-yo. Nonostante l’ampia disponibilità di efficaci programmi di perdita di peso, mantenere nel tempo i chili persi rimane per molti la sfida più difficile.
La causa principale dell’ effetto yo-yo è legata dall’impossibilità di abbandonare “l’alimentazione emotiva”, derivante a sua volta dalla difficoltà di gestire le proprie emozioni negative.
👉Si tende ad utilizzare questo meccanismo per gestire lo stress e l’ansia.
Difficile prenderne coscienza, si tratta di emozioni negative (noia, rabbia, tristezza, delusione) che vengono affrontate, o meglio anestetizzate, in questo modo.
È lo stesso principio delle sostanze che danno dipendenza: non è tanto la ricerca di piacere in sé che funziona,quanto il meccanismo di anestesia.
👉L’alimentazione emotiva è un problema nei programmi di perdita di peso perché non sempre le persone se ne rendono conto dandosi degli alibi. “Sono una buongustaio “per esempio.
👉L’altro motivo per cui insorge, invece,è il danno che le diete drastiche provocano al fisico, che per difendersi dalla “paura carestia” inizia ad accumulare più di prima (metabolismo che cambia radicalmente dopo una dieta squilibrata, ad esempio iperproteica).
——
Cosa possiamo fare nel quotidiano per contrastare “l’alimentazione emotiva” visto che è così diffusa?
👉Inizia a pensare a qualcosa da fare al posto di mangiare (telefonare, uscire, camminare), ma soprattutto cambia la velocità dei pasti, basta iniziare con poco e aumentare il tempo, rallentare e rendersi conto di quello che si fa.
👉Non mangiare quindi davanti alla tv, telefonando, arrabbiandoti, studiando. Bisogna metterci attenzione per capire quando il cibo diventa solo un modo per reagire allo stress e cercare di riportare il momento del pasto al suo vero valore: nutritivo e casomai “culturale”, alla ricerca del gusto.
.

Per info👇
📩ildiariodimary.80@outlook.it
Dott.ssa Maria Amore

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE leggi qui o qui

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!