Si allenava con la squadra da tempo ma per il debutto ha dovuto aspettare la settima giornata di campionato. Emily Dolan, americana del San Zaccaria, commenta così la partita contro l’AGSM Verona: “Ero davvero emozionata e sono davvero contenta di aver già avuto la possibilità di giocare. All’inizio ero un po’ nervosa, ma poi col passare del tempo mi sono via via ambientata e spero di continuare a farlo nelle prossime partite”.

E ancora: “Credo che la squadra abbia giocato una buona partita mostrando molte buone qualità. L’AGSM Verona è una squadra molto forte e nonostante abbiano segnato tre gol noi siamo riuscite a dare battaglia e a lottare per cercare di ribattere”. Nonostante le tre reti subite Emily trae dei buoni spunti dalla gara di sabato. “Ci sono molte cose positive da prendere da questa partita e da farle nostre in vista del prossimo impegno: partiamo da queste per migliorarci”.

Passione calcio: “In uno dei miei primi allenamenti ricordo che ci stavamo esercitando sui dribbling, ma ero talmente annoiata che passai metà allenamento a giocare con una farfalla. Iniziai a giocare in porta perché nessuna delle mie compagne voleva fare quel ruolo, così il mio allenatore scelse me”.

Sul ruolo di portiere spiega: “Mi piace la pressione di questo ruolo e la possibilità di influire in una partita in modo determinante. Fino ad ora ho avuto la fortuna di incontrare persone e allenatori che mi hanno aiutato a far crescere la mia passione per il gioco del calcio attraverso il loro entusiasmo, la loro passione e il loro incoraggiamento. Una volta ottenuta la laurea ho maturato la convinzione di voler giocare all’estero e così una volta finita la mia stagione con il Lancaster ho iniziato a cercare delle nazioni che avevano dei campionati femminili”.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!