La prima calciatrice irlandese a giocare contro la maglia del San Zaccaria è stata Shauna Peare che sabato è scesa in campo contro il Brescia. Mister Gianluca Nardozzal’ha fatta giocare al centro della difesa, non proprio un compito facile visto la portata delle avversarie.
Credo che la squadra abbia giocato davvero una buona partita – commenta Shauna ai microfoni della società – ed è triste alla fine non essere riuscite ad ottenere il pareggio o addirittura a vincere la gara, perché tutto questo poteva essere alla nostra portata”.

E ancora: “Per noi è senz’altro un bel segnale dal punto di vista della prestazione considerato che eravamo reduci dalla gara di Cuneo. Ci siamo riprese con una prestazione positiva contro le campionesse d’Italia e questa non era una cosa per niente scontata. Certo alla fine hanno vinto loro, ma i tre punti che hanno ottenuto al termine della partita e il punteggio non devono ingannare: noi abbiamo costretto il Brescia ad una lotta durissima e solamente a tempo scaduto loro sono riuscite ad arrotondare ulteriormente il punteggio”.
Sulla sua prestazione: “Personalmente non ritengo la mia prestazione positiva perché ho la sensazione di poter fare molto di più per questa squadra. Devo migliorare assolutamente il mio modo di pressare gli avversari, di resistere alla loro pressione e anche il mio posizionamento, insomma devo lavorare tanto, ma allo stesso tempo sono piena di fiducia affinché possa riuscire a farlo. La stessa fiducia che ho nella squadra, che penso sabato abbia dimostrato di avere un grande futuro e di poter riuscire a fare delle ottime cose in questo campionato”.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!