Nel pomeriggio di ieri, il Presidente Andrea Budroni, il Responsabile del Settore Giovanile Luca Rusani e il Direttore Sportivo Francesco Muggianu hanno incontrato i genitori delle giovani atlete già rossoblù e di quelle intenzionate a crescere con questa maglia.

Molte le novità presentate rispetto alla scorsa stagione: un campo di allenamento in erba vera totalmente messo a nuovo (retro-gradinata “Vanni Sanna” – piazzale Segni) farà da base per allenamenti e campionati di calcio a 9, l’affiliazione con il C.S.I., che ringraziamo fin da ora per la fiducia accordataci dal Presidente Giuseppe Porqueddu, aggiungerà una competizione e le opportunità di mettersi in mostra alla squadra e accumulare esperienza. Non certo meno importante, infine, la scelta di disputare, in accordo con il Comitato Regionale il campionato di Serie C regionale di calcio a 11.

Il Presidente Andrea Budroni: “Siamo una squadra dilettantistica solo perché iscritti alla Lega Nazionale Dilettanti ma abbiamo il dovere di pensare e lavorare come professionisti. Sarà Antonello Campus, già in passato mister di molte delle ragazze attualmente in forza alla prima squadra (Maria Grazia Ladu, Gloria Sotgia, Giada Sanna, Francesca Piras, Erica Razzu), e lo scorso anno impegnato con il settore giovanile del G.S. Monserrato, colui che guiderà il gruppo delle più giovani rossoblù in un progetto di sviluppo umano ma anche sportivo”.

Luca Rusani: “Sul modello delle più grandi squadre di calcio europee e forti della partnership stretta con la Fundaciòn Real Madrid, abbiamo deciso di puntare sul futuro. La strada che abbiamo individuato per farlo è stata quella di dare l’opportunità alle ragazze di giocare quante più partite possibile ma soprattutto confrontarsi con il calcio a 11 in un’ottica di inserimento graduale in prima squadra. Dare un obiettivo nuovo, una prospettiva che fino ad ora mancava per il movimento calcistico femminile sardo.”

Già dalla giornata odierna sarà possibile, presso la sede di via Coradduzza n.2, iscrivere le ragazze che sognano di diventare grandi con le due torri e due croci sul petto. Da parte della Società l’impegno e la promessa di cresce assieme a loro.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!