Sci / Snowboard

Sci / Francesca Marsaglia segreta: “Il mio sorriso più forte della sfortuna. Pronta a tornare protagonista”

Romana di nascita, piemontese d’azione Francesca Marsaglia ormai da qualche anno è una delle grandi protagoniste dello sci internazionale. Classe 1990, Francesca ha alle spalle molti campionati italiani oltre a partecipazione alla Coppa Europa, alla Coppa del Mondo e ai XXII Giochi olimpici invernali di Soči del 2014.
Negli anni diversi problemi fisici ne hanno fermato l’ascesa, basti pensare che è finita sotto i ferri addirittura tre volte. Ma nell’ultima stagione, quella dopo mesi e mesi di inattività, è tornata a sorridere sfiorando più volte il podio per pochissimi centesimi. Francesca si racconta così a Sportdonna.
Come eri da piccola?
Diciamo che lo sport è sempre stato un affare di famiglia. Mia mamma Roberta giocava a tennis ad alti livelli, mio papà era istruttore di sci. Ho fatto ginnastica artistica, tennis e nuoto ma la cosa che mi divertivano di più erano le gare sugli sci. Lo stesso è successo ai miei due fratelli. Matteo è diventato sciatore di livello mondiale, Eugenio si è dovuto fermare per via di un infortunio e ora è istruttore nazionale“.

E tu hai deciso di provarci quindi?
Pian piano ho preso quella direzione e a piccoli step ho fatto tutta la trafila. Da Roma ci siamo trasferiti a San Sicario, in Piemonte. Forse la svolta è stata l’entrata nel Comitato Regionale, eravamo davvero una bella squadra. In quel momento ho capito che sarebbe potuto diventare il mio lavoro“.
E poi?
Dopo un anno sono andata in Coppa Europa e a 20 anni gareggiavo già in Coppa del Mondo“.
E quindi gli infortuni…
Sì diciamo che non è stato piacevole stare ferma a lungo anche se posso dire di avere avuto una carriera fortunata. Mi sono ripresa, spero davvero di non doverne parlare più”.
Sei reduce da una bella stagione…
Si considerando che era la prima con i materiali nuovi e che avevo una preparazione non completa. Volevo rientrare su certi livelli, ci sono riuscita. Hò sfiorato il podio due volte per pochissimi centesimi e vabbè. Ora ho sciato sui ghiacciai e presto partirò con la Nazionale direzione Argentina, ci alleneremo un mese. Insomma mi presenterà all’inizio della stagione al meglio“.


Cosa pensi mentre scendi?
Se hai tempo di pensare significa che non stai andando forte“.
Come sono gli attimi prima di una gara?
Sono abbastanza tranquilla, non mi agito. Fino a quando siamo al bar ascolto la musica, poi quando all’ultimo parlo con il mio skyman, ci pensa lui a mettermi a mio agio“.
Hai un gesto scaramantico che fai sempre?
No, o forse sì. Quando mancano 30 secondi al via inizio a sbattere forte i piedi“.
Qual’è la prima cosa che fai appena alzata?
Vado in bagno e poi bevo un bicchiere di acqua e limone
E l’ultima prima di andare a letto?
Metto la crema sul viso
Qual’è la parte del tuo corpo che ti piace di più?
Direi il sorriso
E quella che ti piace meno?
I piedi, logorati dagli scarponi


Da 0 a 10 quanto contano per te gli amici?
“9”
La famiglia?
“10”


Il sesso?
“9”
Cosa deve avere un uomo per conquistarti?
Educazione, dolcezza e determinazione
Gelosa?
Il giusto
Poseresti per un calendario sexy?
Dovrei sapere che ne pensa lui…

Il fidanzato di Francesca Matthieu Bailet: fa parte della squadra francese di Coppa del Mondo di Velocità

Cosa fai per rilassarti?
Leggo
La parolaccia che usi più spesso?
Merda
Piatto preferito?
La pizza, girando spesso per il mondo mi manca parecchio
E la bevanda preferita?
Vino rosso
Cosa non sopporti delle gente?
La falsità
C’è differenza di trattamento economico fra una donna atleta e un uomo atleta?
Assolutamente sì. In famiglia ho l’esempio in casa di mio fratello che gareggia per la Nazionale e poi c’è il mio fidanzato che anche lui corre per la Francia. Si c’è differenza eccome…
Guadagnate con gli sponsor?
Sono la principale fonte di guadagno. Voglio comunque ringraziare l’Esercito che mi aiuta in tutto, i gruppo sportivi sono fondamentali. Poi a me piace anche contribuire ad aiutare chi ha bisogno e così negli ultimi due anni ho avuto “Keep out bracelets”, un brand di Casale Monferrato molto attivo nel sociale

 

Potrebbero interresati anche le interviste a: Vicky Piria, Alba De Silvestro, Josefa Idem, Greta Adami, Anastasia Tonelli

Justine Mattera, Valentina Greggio, Margherita Magnani, Sandra Mairhofer

Informazioni sull'autore

Matteo Angeli

Matteo Angeli

Direttore responsabile

Il fatto di aver avuto un papà bravo giornalista ha indubbiamente segnato la mia vita. Ma di sicuro lui non ha influito minimamente quel giorno che, appena diciottennne, rimasi folgorato da un tremendo fatto di cronaca. Chiesi ad un cronista di portami con se e fu in quel momento, mentre osservavo la scena, che sentii nascere qualcosa dentro: da grande anch'io avrei fatto il giornalista. Neppure il tempo di pensare che mi trovai in prova a Radio Babboleo, l'emittente più importante della mia terra, la Liguria. Quindi l'assunzione, poi le prime esperienze in tv, sui giornali locali, fino ad approdare al "mitico" Corriere Mercantile. Cronaca nera, politica, spettacoli e poi sport, tanto sport. Poi tante altre esperienze, di ogni tipo, in ogni campo. Oggi dopo quasi trent'anni il giornalismo è cambiato, e non poco. Io, a parte qualche ruga e qualche capello bianco, sono invece rimasto lo stesso. Pronto all'ennesima sfida.

Commenta

Clicca qui per commentare