Laura Pirovano è una delle atlete emergenti dello sci femminile azzurro. Nata a Spiazzo, in provincia di Trento, il 20 novembre 1997, ieri 23 gennaio 2021 ha conquistato a Cras Montana un fantastico quarto posto alle spalle di Sofia Gioggia, Lara Gut-Behrami ed Elena Curtoni.
Mi sembra di toccare il cielo con un dito, in discesa mi sento davvero libera, è la sensazione più bella del mondo – il suo commento – Crescere all’interno di una squadra così forte è tosto e al tempo stesso una grandissima opportunità, tutte possiamo salire sul podio ad ogni gara”.
L’infortunio al ginocchio nel gennaio 2018 l’aveva costretta a ad interrompere la stagione agonistica e a rallentare la sua crescita. All suo ritorno aveva conquistato l’undicesimo posto nella discesa libera di Coppa del Mondo di Bansko nella stagione 2019/20 e il quinto posto nella discesa libera di St. Anton nella stagione 2020/21.

Laura Pirovano è sempre stata un talento dello sci nazionale. Sin da bambina tutti erano pronti a scommettere sulle sue doti esaltate da grinta e carattere. A 4 anni era giù sugli sci iniziando subito a fare gare e soprattutto a vincere. “Sciavo con mio fratello e i suoi amiche avevo sei anni più di me” spiega la ragazza.
Nel 2012 un giornale locale scriveva così: “Un talento ancor troppo giovane per essere celebrato (è al secondo anno da allieva), ma il palmares della rendenese parla chiaro: 6 medaglie d’oro ai campionati trentini, 9 medaglie ai campionati italiani, di cui 6 d’oro e 3 d’argento, un oro e un argento in slalom gigante alle finali del Pinocchio internazionale e oro anche in slalom speciale, senza dimenticare il successo alle qualificazioni nazionali del trofeo Topolino…“.