A distanza di ventidue mesi dall’ultimo trionfo Sofia Goggia torna ad assaporrare la gioia della vittoria nella discesa femminile. Con una prova convincente sulla pista Oreiller-Killy di Val d’Isère, l’azzurra è tornata sul gradino più alto del podio.
Sono molto contenta di essere tornata sul gradino più alto del podio, non era scontato – ha dichiarato Sofia Goggia, al su ottavo sigilli in Coppa del Mondo -. Oggi ho patito un po’ i dolori del numero che ho fatto venerdì per rimanere in piedi, sono stata costretta a ricorrere ad un’iniezione di antidolorifico, ma quando sale l’adrenalina in gara, non senti più niente. Pensavo che il mio tempo non sarebbe bastato quando ho tagliato il traguardo, invece le linee scelte soprattutto nella parte bassa hanno pagato. Oggi ho corso proprio con la testa, cercando di partire forte da subito pur sapendo che la parte iniziale non era il mio forte, poi mi sono appoggiata sugli appoggi, anche perchè sento dolore alla tibia. Nella discesa di venerdì è stato migliore l’atteggiamento ma sono andata oltre il limite, oggi invece ho sciato meglio dal punto di vista tecnico. Rimango in modalità “work in progress”, ogni passo è un passettino avanti sul percorso che mi porterà fino a marzo. Intanto cerco di godermi la vittoria odierna, domani ci concentriamo sul supergigante per chiudere bene questo bellissimo fine settimana“.
La gara per l’ Italia ha visto poi in particolare Elena Curtoni 15/a e la giovane Laura Pirovano 17/a. Assente invece precauzionalmente Federica Brignone dopo la caduta di venerdì. Sarà in pista però domani: tocca infatti al superG, gara per lei ma anche e forse soprattutto per una Goggia strepitosa.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!