Sci / Snowboard

Sci velocità/ Mondiali: Valentina Greggio è bronzo: “Non sono per niente contenta”

Greggio

Mondiali di sci velocità. Terzo podio consecutivo per Valentina Greggio che, dopo due trionfi consecutivi porta a casa “solo” una medaglia di bronzo.
Valentina Greggio ha ceduto il titolo ma ha mantenuto il posto sul podio, che a un certo punto sembrava compromesso. “Per come si erano messe le cose in mattinata è una medaglia guadagnata – ha detto al sito della Fisi – per le mie ambizioni di inizio stagione è una medaglia persa. In finale ho sciato bene ma sentivo lo sci inchiodato, in questa stagione fatico a trovare il giusto bilanciamento fra sci e sciolina, oltretutto le condizioni rispetto alle run di venerdì sono cambiate. Passare dal primo posto alla terza posizione un po’ mi brucia, però oggi avevo sensazioni giuste e posso ancora risalire la china se trovo la combinazione giusta. La presenza in gara della Schmidhofer? È un bene che la vincitrice della Coppa del mondo di discesa femminile si sia cimentata in mezzo a noi, una come lei dispone di migliori sci e di migliori materiali e non è la stessa cosa. Però è arrivata quarta, ciò significa che per affrontare la nostra specialità ci vuole una preparazione specifica“.

Ordine d’arrivo gara femminile Mondiali Vars (Fra)
1. BACKLUND Britta SWE 221,266 km/h
2. HOVLAND-UDEN Lisa SWE 220,318
3. GREGGIO Valentina ITA 218,314
4. SCHMIDHOFER Nicole AUT 217,590
5. MARTINEZ Celia FRA 216,086

LEGGI L’INTERVISTA A VALENTINA GREGGIO la donna dei record

Informazioni sull'autore

Matteo Angeli

Matteo Angeli

Direttore responsabile

Il fatto di aver avuto un papà bravo giornalista ha indubbiamente segnato la mia vita. Ma di sicuro lui non ha influito minimamente quel giorno che, appena diciottennne, rimasi folgorato da un tremendo fatto di cronaca. Chiesi ad un cronista di portami con se e fu in quel momento, mentre osservavo la scena, che sentii nascere qualcosa dentro: da grande anch'io avrei fatto il giornalista. Neppure il tempo di pensare che mi trovai in prova a Radio Babboleo, l'emittente più importante della mia terra, la Liguria. Quindi l'assunzione, poi le prime esperienze in tv, sui giornali locali, fino ad approdare al "mitico" Corriere Mercantile. Cronaca nera, politica, spettacoli e poi sport, tanto sport. Poi tante altre esperienze, di ogni tipo, in ogni campo. Oggi dopo quasi trent'anni il giornalismo è cambiato, e non poco. Io, a parte qualche ruga e qualche capello bianco, sono invece rimasto lo stesso. Pronto all'ennesima sfida.

Commenta

Clicca qui per commentare