Una lunga decisione poi la scelta definitiva per la figlia. Serena Ortolani, icona della pallavolo femminile, ha voluto rescindere il contratto con il Volley Monza che ha imposto gli allenamenti nonostante il coronavirus.
“Ho avuto paura per la mia famiglia e ho scelto di fermarmi rescindendo il contratto con Monza – ha detto alla Gazzetta dello Sport – essere mamma ha influito al 99%. Tutti dicono che questo virus non colpisca i bambini, ma non potevo permettermi rischi. La scorsa settimana sono stata davvero male per la scelta, non tanto economicamente, ma per la squadra: io do tutto. Ma la stima per la società rimane,  volte però la famiglia viene prima di tutto. La voglia di ricominciare c’è senza dubbio. Dove lo vedremo”.
Serena Ortolani spiega così la sua scelta, una scelta che ovviamente rifarebbe nonostante le conseguenza che ha portato.
La Saugella Monza aveva fatto allenare i suoi tesserati (anche la squadra maschile) fino all’ultimo stop imposto dal Governo. Una decisione che a molti è sembrata assurda ma che il presidente Alessandra Marzari ha spiegato così: ” Io sono molto fiera dei miei ragazzi , non abbiamo fatto una cosa semplice. Volevamo mandare un messaggio sociale e in questa settimana avremmo lanciato anche una campagna di comunicazione, me la aspetto presto anche dalle autorità. Ho infatti il timore che la gente, dopo un mese blindata in casa e bombardata da queste notizie tragiche, avrà paura ad uscire anche quando potrà , avrà paura di riprendersi la vita in mano. Noi volevamo essere la dimostrazione che non ci si ammala se si rispettano le norme con precisione e attenzione”

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!