Calcio

Serena Williams si schiera con le calciatrici americane in lotta per i loro diritti

Tennis, Serena Williams chiude la sua stagione in anticipo

Serena Williams si schiera con le calciatrici americane in lotta per i loro diritti. Le giocatrici del paese americano, infatti, hanno deciso di presentare alla corte federale una causa civile nei confronti della Federcalcio per “gender discriminazione”. (LEGGI QUI).
Dopo tante proteste e minacce e denunce, proprio il giorno della Festa della Donna, le cinque giocatrici più forti della nazionale campione del mondo che fra tre mesi difenderanno il titolo in Francia, hanno fatto causa a nome delle 28 compagne di squadra alla Federcalcio degli Stati Uniti per “istituzionalizzata discriminazione sessuale”.  Ora hanno trovato una testimonial d’eccezione: Serena Williams. La tennista, vincitrice di ben 23 titoli del Grande Slam, ha deciso di appoggiare le calciatrici, dichiarando così: “Ogni sport, ad un certo punto, deve avere delle pioniere. Se io ho potuto giocare a tennis lo devo a chi ha fatto sì che potessi farlo”.

Informazioni sull'autore

Matteo Angeli

Matteo Angeli

Direttore responsabile

Il fatto di aver avuto un papà bravo giornalista ha indubbiamente segnato la mia vita. Ma di sicuro lui non ha influito minimamente quel giorno che, appena diciottennne, rimasi folgorato da un tremendo fatto di cronaca. Chiesi ad un cronista di portami con se e fu in quel momento, mentre osservavo la scena, che sentii nascere qualcosa dentro: da grande anch'io avrei fatto il giornalista. Neppure il tempo di pensare che mi trovai in prova a Radio Babboleo, l'emittente più importante della mia terra, la Liguria. Quindi l'assunzione, poi le prime esperienze in tv, sui giornali locali, fino ad approdare al "mitico" Corriere Mercantile. Cronaca nera, politica, spettacoli e poi sport, tanto sport. Poi tante altre esperienze, di ogni tipo, in ogni campo. Oggi dopo quasi trent'anni il giornalismo è cambiato, e non poco. Io, a parte qualche ruga e qualche capello bianco, sono invece rimasto lo stesso. Pronto all'ennesima sfida.

Commenta

Clicca qui per commentare