Serena Williams si schiera con le calciatrici americane in lotta per i loro diritti. Le giocatrici del paese americano, infatti, hanno deciso di presentare alla corte federale una causa civile nei confronti della Federcalcio per “gender discriminazione”. (LEGGI QUI).
Dopo tante proteste e minacce e denunce, proprio il giorno della Festa della Donna, le cinque giocatrici più forti della nazionale campione del mondo che fra tre mesi difenderanno il titolo in Francia, hanno fatto causa a nome delle 28 compagne di squadra alla Federcalcio degli Stati Uniti per “istituzionalizzata discriminazione sessuale”.  Ora hanno trovato una testimonial d’eccezione: Serena Williams. La tennista, vincitrice di ben 23 titoli del Grande Slam, ha deciso di appoggiare le calciatrici, dichiarando così: “Ogni sport, ad un certo punto, deve avere delle pioniere. Se io ho potuto giocare a tennis lo devo a chi ha fatto sì che potessi farlo”.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!