Sarà un sabato 21 gennaio in campo per le squadre di serie A che devono recuperare la 10ª giornata di campionato. Con la Fiorentina già laureata campione d’inverno, gli occhi sono puntati in particolare sul derby lombardo tra Brescia a Mozzanica.

Res Roma-AGSM Verona
Sarà una sfida interessante sia per lo spettacolo che per la classifica, visto che le due squadre hanno solo 4 punti di distanza l’una dall’altra. La compagine veronese arriva rinfrancata dalla vittoria di sabato scorso contro il Brescia, ma in difesa dovrà fare a meno di Federica Di Criscio, squalificata. La Res Roma invece questa settimana ha abbracciato il ritorno di un’altra ex, Clarissa Romanzi.

Brescia-Mozzanica
E’ un derby sentito sia da una parte che dall’altra. Il Mozzanica arriva a Brescia forte di un poker di vittoria che ha fatto scalare la classifica a suon di 3 punti, la compagine allenata da mister Bertolini invece ha l’occasione di vincere il primo big match della stagione dopo le dure sconfitte contro Verona e Fiorentina.

LE PAROLE DEI PROTAGONISTI – Da Brescia, mister Milena Bertolini: “La situazione si è sicuramente complicata, ma noi ci crediamo ancora, non è detta l’ultima parola per il campionato. Non mi piace neanche guardare la classifica noi dobbiamo solo pensare a lavorare bene in settimana, duramente come abbiamo sempre fatto, e scendere in campo il sabato senza fare troppi calcoli: dobbiamo vincere. Il Mozzanica è un’ottima squadra, ha un attacco importante composto da Pirone e Giacinti che da anni stanno facendo bene, ma è tutta l’intelaiatura della squadra che ha dimostrato in questi mesi di essere di qualità. Io però credo sempre che il segreto delle vittorie sia quello di non snaturarsi, di sapere chi si ha davanti, ma di saper proporre sempre il proprio calcio, questo voglio dal Brescia. Per quanto riguarda la settimana la ho affrontata normalmente, non credo sia successo nulla di irreparabile, non sono certamente felice di aver perso a Verona una gara in cui si è creato tanto, ma non mi piace il troppo negativismo. Bisogna sempre avere la forza di credere nelle proprie idee, così si portano avanti i progetti. Perdere non è mai bello e fa male, questo è il momento di rialzarsi. La squadra si è confrontata, anche con staff e presidente, penso in maniera costruttiva, noi i complimenti ed i festeggiamenti li abbiamo presi e li abbiamo fatti, adesso dobbiamo affrontare insieme questo momento”.

Mentre il difensore bresciano, Cecilia Salvai: “La sconfitta di Verona ci ha messo di fronte alle nostre responsabilità, sta a noi adesso dimostrare che questa squadra ha il carattere e la fame di vincere ancora e di reagire. Il presidente ha parlato chiaro, in campo andiamo noi e non Bertolini, quindi sta a noi dare delle risposte e dimostrare ciò che valiamo. Individualismi? Dobbiamo giocare da squadra sempre, sappiamo di aver sbagliato e sappiamo che gli appelli adesso sono finiti. La difesa a quattro? Per me non è un problema giocare a tre o quattro, ho forse maggiore esperienza con questa disposizione, ma la squadra è pronta a sostenere entrambi gli schieramenti”.

Tavagnacco-Fiorentina Women’s
Il titolo di campione d’inverno è ormai acquisito per la Viola che in ogni caso non vuole abbassare la guardia per tenere le inseguitrici a debita distanza. Il Tavagnacco, guidato da mister Cassia, invece ha tutta l’intenzione di dimostrare di poter far bene anche al cospetto di una grande squadra.

LE PAROLE DEI PROTAGONISTI – Così il tecnico Amedeo Cassia: “Sono sicuro che al di là di chi scenderà in campo, le giocatrici daranno tutto. Si tratta di una partita dove le motivazioni vengono da sole: affrontiamo una squadra professionistica con giocatrici importanti ma non dobbiamo partire battute. Sono convinto che sapremo dar loro filo da torcere. Mi aspetto una bella partita. Per noi sarebbe fondamentale avere il supporto della gente friulana: mi piacerebbe vedere la tribuna piena”.

Mentre Renato Longega spiega: “Mettiamo in archivio la gara con il Brescia, ora ci aspetta la trasferta di Roma che sarà difficilissima, una partita che credo sarà ancora più difficile di quella disputata sabato scorso. Purtroppo dovremo affrontare anche l’assenza di Thalmann. Non si dovrebbero fissare recuperi quando le nazionali giocano, ma tuttavia è successo. Diciamo che fa parte del gioco, è capitato a noi e al Tavagnacco e ci adegueremo. Comunque disponiamo di una giovanissima come Forcinella che ci sa dare la giusta sicurezza”.

San Zaccaria-Chieti RINVIATA
La partita fra San Zaccaria e Chieti è stata rinviata a data da destinarsi vista la difficile situazione climatica che stanno vivendo le popolazioni abruzzesi in questi giorni.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!