E’ praticamente già tutto deciso con la Fiorentina Women’s che si è laureata Campionessa d’Italia, il Brescia qualificato per la Women’s Champions League mentre Jesina, Chieti e Luserna sono matematicamente retrocesse in B. Da giocare ci sarà il play-out tra Como 2000 e San Zaccaria. Le gare di domani sono l’ultima passerella della stagione di Serie A 2016-17.

Res Roma-Fioretina Women’s
Nello storico stadio “Tre Fontane”, la Res chiude la sua stagione e quella della Fiorentina Women’s, che ha già vinto il Tricolore nella scorsa gara.

LE PAROLE DEI PROTAGONISTI – Mister Fabio Melillo della Res Roma: “Sono veramente contento ed orgoglioso di poter disputare questa gara in uno scenario simile, uno stadio storico per chi, come me, è cresciuto sbirciando gli allenamenti della Roma di Liedholm. Ringrazio la società per questa opportunità, Ugo Pambianchi che ci ha sempre dimostrato stima e simpatia. Sicuramente sarà una cornice degna dove accogliere i Campioni d’ Italia della Fiorentina”.

San Zaccaria-Mozzanica
Sarà un rodaggio per il San Zaccaria, un grande match contro una delle big del Campionato, in vista dei play-out contro il Como 2000 che varanno la permanenza in Serie A. Le bergamasche, quarte, sperano nel passo falso del Verona per scalare una posizione.

Tavagnacco-Como 2000
Il Tavagnacco per far segnare bomber Clelland, il Como 2000 pensando già ai paly out contro il San Zaccaria.

Cuneo-AGSM Verona
Il Cuneo, che ha centrato l’obiettivo salvezza senza passare dai play out, prepara la festa davanti al suo pubblico. Il Verona vuole vincere per mantenere la terza posizione, subito dopo le corrazzate Fiorentina Women’s e Brescia.

Brescia CF-Luserna
Le Leonesse sono già qualificate matematicamente per la prossima Women’s Champions League, mentre il Luserna è già condannato alla B.

LE PAROLE DEI PROTAGONISTI – Queste le parole di Milena Bertolini: “E’ stato un Campionato intenso e lungo che ha vinto vittoriosa la Fiorentina, si sono mertitate la vittoria per la continuità. Noi sorprattutto all’inizio abbiamo avuto qualche difficoltà. Abbiamo avuto anche tanti infortuni e la Women’s Champions League, forse sarebbe servita una rosa più lunga ed esperta. La squadra comunque ha reagito bene perché allo scontro con la Fiorentina siamo arrivata a giocarci il Campionato. In quell’occasione poi un episodio ha cambiato la gara a nostro sfavore. Riconosciamo però il valore del nostro avversario, non si può sempre vincere”.

Jesina-Chieti
Potrebbe essere definitivo come un anticipo della prossima Serie B, visto che entrambe le squadre sono già matematicamente nella serie inferiore. Si giocherà per l’onore.