Avrebbe potuto chiudersi già nella scorsa giornata il discorso scudetto o comunque il Brescia avrebbe potuto mettere una bella ipoteca, cucendosi addosso un pezzo del tricolore. Il pareggio contro il Tavagnacco però, sommato alla vittoria della Fiorentina contro il Sudtirol Damen, ha fatto sì che le distanze tra prima e seconda in classifica si accorciassero rimettendo tutto in gioco. Resta entusiasmante la rincorsa verso la Women’s Champions League con l’AGSM Verona che spera nel passo falso delle Viola e la lotta per non retrocedere con 6 squadre ancora in piena corsa.

Le Leonesse di Milena Bartolini nella 21ª giornata che avrà il fischio d’inizio alle 15.30, se la vedranno con le ritrovate baresi della Pink Bari. Spacciate fino a qualche settimana fa, le ragazze di Isabella Cardone hanno inanellato risultati positivi tanto da uscire dalla zona rossa. Anche la Fiorentina Women’s di Sauro Fattori giocherà con una squadra in piena lotta per non retrocedere, la Res Roma. Restando nella zona alta della classifica, l’ASGM Verona va in casa del San Zaccaria sognando il secondo posto che farebbe rima con Women’s Champions League. Il Mozzanica, ormai troppo distante dopo gli ultimi 3 risultati negativi, gioca per ritrovare fiducia in vista della semifinale di Coppa Italia contro il Brescia e sfida il San Zaccaria.

Per quanto riguarda la zona retrocessione, ci sono due scontri diretti. Il primo è tra Permac Vittorio Veneto e Riviera di Romagna appaiate a quota 15 punti sul fondo della classifica in penultima e terzultima posizione. Il secondo invece sarà tra San Bernardo Luserna e Sudtirol Damen con le altoatesine, ultime a quota 12, che con una sconfitta potrebbe rischiare grosso.

LE PAROLE DEI PROTAGONISTI

Mister Isabella Cardone del Pink Bari ha spiegato così ai nostri microfoni la sfida di sabato contro il Brescia: “Ci stiamo preparando per affrontare al meglio le ultime partite in modo da riconfermare quanto di buono abbiamo fatto in questo ultimo mese e mezzo. Vogliamo andare a Brescia per fare risultato, ci siamo già riuscite all’andata. Apparentemente è uno scontro impari, ma il calcio è bello perché si gioca sempre 11 contro 11. Loro avranno una grande motivazione per andare a vincere lo scudetto, noi per salvarci”.

Durante la conferenza stampa di rito, così mister Milena Bertolini del Brescia: “Sarà una gara difficilissima, il Bari ha recuperato calciatrici importanti che all’andata non aveva, sta attraversando un ottimo momento anche psicologico, dovremo essere concentrate al massimo”.

Sfida senza possibilità di appello per il Riviera di Romagna che sabato affronta il Vittorio Veneto: “Sabato siamo attesi da una sfida molto importante contro il Vittorio Veneto – commenta il presidente giallo-rosso-blù Dario Fantini sul sito della squadra – una gara assolutamente da vincere sia per continuare a tenere vive le speranze di salvezza, ma anche per un discorso di dignità personale, perché bisogna sempre cercare di dare il massimo per la squadra, per la maglia che si indossa e perché vogliamo riscattare la sconfitta di sabato scorso contro il Pink Sport Time, che ha complicato non poco la nostra rincorsa verso la permanenza in serie A, visto che ora non siamo più padroni del nostro destino: sappiamo che sarà una sfida difficile, perché anche per il Vittorio Veneto è una partita cruciale, ma confido nello spirito di rivalsa delle giocatrici, che sicuramente daranno il massimo per centrare la vittoria e per provare a concludere degnamente e positivamente questa stagione”.

Dall’altra parte c’è il Vittorio Veneto, così il direttore sportivo Marco Partata sul sito della società ha voluto invitare a sostegno della squadra tutto il settore giovanile: “È la partita da dentro o fuori, la partita che può farci continuare il sogno di rimanere in Serie A! La squadra ha bisogno anche di voi piccole rossoblu, ha bisogno delle vostre voci e della vostra spinta dagli spalti! So che per alcune di voi, qualche ragazza della prima squadra è un idolo, una calciatrice da ammirare per gioco e comportamento; allora vi chiedo di venir a sostenerle, incoraggiarle … già durante il riscaldamento! Fatevi vedere e sentire … non abbiate paura! Saranno orgogliose e fiere le ragazze di vedere che giovani leve saranno li per applaudirle. Sono certo che la vostra presenza sarà un arma in piu con cui poter lottare per 90 minuti”.

 

 

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!