Ultima di campionato, si decide tutto sia per quanto riguarda la Women’s Champions League sia per le retrocesse. Matematicamente qualificata in Europa è soltanto il Brescia, che deve dare la zampata definitiva per lo scudetto, addio alla serie A invece per Sudtirol Damen e Riviera di Romagna che si godranno l’ultima passerella.

Le Leonesse di Milena Bertolini vanno in trasferta contro il Rivera di Romagna, già retrocesso. A sostegno della squadra il presidente Cesari ha organizzato un pullman pieno di tifosi, pronti ad esultare per l’eventuale gioia scudetto. L’altra sfida chiave per le zone alte della classifica è AGSM Verona-Fiorentina Women’s FC con le due compagini che lottano per un posto in Europa. La Viola, vincendo con la squadra di mister Longega, con un passo falso del Brescia, potrebbe addirittura sperare nel primo posto.

Caldissima anche la zona retrocessione. Le Pink Bari hanno la possibilità di uno scontro diretto contro il San Bernardo Luserna, attualmente ottavo, quindi salvo, a quota 19 punti. La Res Roma invece dovrà cercare di fare risultato col ritrovato Mozzanica di Valentina Giacinti per non incorrere in brutte sorprese. Il Vittorio Veneto, attualmente a -1 dalla salvezza, se le vedrà invece con il Tavagnacco che arriva da una brutta sconfitta. Ha poco da chiedere Sud-Tirol-San Zaccaria con le altoatesine già retrocesse dalla scorsa giornata.

LE PAROLE DEI PROTAGONISTI

Così il team manager del Brescia, Elisa Zizioli: “La determinazione e la giusta cattiveria per indirizzarla subito sui giusti binari, ma Milena e lo staff san bene come si preparano queste partite. Di fronte ci troveremo una squadra si retrocessa, ma serena e che vorrà fare bene contro la capolista quindi non dovremo sottovalutare nessun aspetto, scendendo in campo cariche e consapevoli delle nostre forze”.

Così il tecnico della Res Roma, Fabio Melillo: “Dobbiamo fare risultato, dobbiamo salvarci: lo dobbiamo alla nostra dignità di sportivi e al nostro mondo, fatto di amore e valori importanti che vanno oltre le logiche di una squadra di calcio. Forza ragazze, dimostriamo di meritare la A”.

Partita importante anche per la Fiorentina di mister Sauro Fattori che si gioca l’Europa: “Abbiamo lavorato tutto l’anno per arrivare a questi appuntamenti, sono felice di essere arrivato fin qui. Ci prepareremo nella maniera migliore, loro sono una grande squadra. Ma noi dobbiamo dimostrare di aver meritato quello che abbiamo fatto fino adesso. Ad inizio stagione, speravo di poter arrivare in Europa, nei programmi c’era l’avvicinamento alle grandi squadre e ci siamo avvicinate molto. Metterei la firma tutti gli anni per lottare per arrivare in Women’s Champions League. E’ il coronamento di un’annata ottima. Lo spogliatoio? Dobbiamo essere calmi, prepariamo questa gara come sempre. Normale ci sia più apprensione, ma pensiamo al campo. L’organico sarà quasi tutto al completo, a parte qualche mancanza”.

Il Direttore Sportivo Marco Partata del Vittorio Veneto ha rilasciato un invito a tutti i tifosi rossoblu sul sito della squadra: “Sabato sarà LA partita che tutti aspettano. Noi l’affronteremo come al solito, preparandoci bene in serenità, consapevoli che per far risultato dovremmo dare tutti il 110%. L’apporto dei nostri tifosi sabato scorso è stato determinante, sentir un boato dalle tribune è stato una cosa meravigliosa che ha dato ancor più carica alle ragazze; mi auguro che, vista la vicinanza, il pubblico ci segua anche a Tavagnacco. Han dimostrato di essere il nostro dodicesimo uomo in campo e averlo sabato potrebbe essere determinante per le Tose”.

Il direttore sportivo del Tavagnacco, Glauco Di Benedetto, si aspetta una bella prestazione da parte delle giocatrici gialloblu. “Vogliamo chiudere la stagione con una vittoria. Le ragazze si sono allenate bene questa settimana, quindi sono fiducioso. Di fronte avremo una squadra tosta, in lotta per la salvezza, quindi non sarà una partita facile”. Dopo sabato sarà tempo di bilanci per la società gialloblu: “Tireremo le somme di questa annata – chiude Di Benedetto – e cominceremo a pensare alla prossima, analizzando ciò che è andato bene e ciò che, invece, non ha funzionato”.

FOTO: ACF Brescia

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!