Ci vuole costanza per restare la numero 1 del mondo per due anni consecutivi e Simona Halep ne ha da vendere. Non importa se – nel corso della stagione – la propria classifica sale e scende, l’obiettivo resta chiudere in testa. Riuscirci, per due stagioni di fila, vuol dire iniziare a scrivere un pezzettino di storia.
E Simona Halep, che a Costanza è nata, quest’anno chiuderà per la seconda volta la stagione da primatista. Doppia gioia per lei che in questo 2018 ha alzato al cielo il trofeo del suo primo Slam. Per la sua prima volta ha voluto fare le cose in grande e conquistare la terra parigina.
Il Roland Garros per arricchire la sua bacheca e sfatare il mito della giocatrice che sì, arriva in finale, ma poi nel momento più importante tradisce le aspettative.
Questo è il suo momento. Maria Sharapova e Serena Williams pagano dazio al rientro nel circuito – seppur per motivi diversi – Venus William ha un conto aperto con la sfortuna mentre le nuove generazioni ancora sembrano non essere pronte per conquistare lo scettro.
Un onore finire la stagione da numero 1 al mondo, bissare il successo è molto speciale soprattutto perché vedo il mio nome scritto accanto a quello di tante leggende” le parole della Halep. Ma arrivano ancelle congratulazioni di Justine Henin, una delle giocatrici che la tennista romena ha sempre ammirato: “Ha un giro offensivo, aggressivo. In alcuni pasti mi ci rivedo molto“.

 

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!