Che peccato. Soltanto cinque centesimi hanno diviso Valentina Margaglio dal primo podio di un’italiana nella Coppa del mondo femminile di skeleton. La piemontese delle Fiamme Azzurre, che aveva saltato le due ultime tappe del circuito (di cui una per un risentimento muscolare), si è classificata al quarto posto nella gara vinta dalla russa Elena Nikitina (al terzo trionfo dell’anno) in 1’47″73 davanti all’austriaca Janine Flock per 39 centesimi e all’olandese Kimberley Bos a 64 centesimi.
Arrivo da due piccoli problemi fisici e quindi sono contentissima anche se mi manca qualche centesimo per salire sul podio – ha confermato Valentina Margaglio al sito della Fisi  -. Riusciremo a togliere quel poco che ci manca, la cosa importante è essere riuscita a disputare due manches di alto profilo, senza farmi prendere dalla tensione fra una manche e l’altra”.
Valentina – commenta il direttore tecnico Maurizio Oioli –  invece è stata bravissima. E quel piccolo errore fra la curva 8 e 9 nella seconda manche l’ha privata di un decimo che avrebbe potuto fare la differenza nell’ordine d’arrivo. Siamo soddisfatti del percorso intrapreso e punti per il Mondiale che ormai è un passo“.
Decisamente più distante in classifica l’altra italiana in gara, Alessia Crippa che ha chiuso in diciassettesima posizione.
La classifica generale vede sempre al comando Flock con 1695 punti davanti a Tina Hermann con 1515 punti, mentre Valentina Margaglio raggiunge quota 960 punti e sale in ottava posizione.

Ordine d’arrivo skeleton femminile Igls (Aut):
1. Elen Nikitina (Rus) 1’47″73
2. Janine Flock (Aut) +0″39
3. Kimberley Bos (Ola) +0″64
4. Valentina Margaglio (Ita) +0″69
5. Brogan Crowley (Gbr) +0″88
6. Tina Hermann (Ger) +0″96
7. Yulia Kanakina (Rus) +1″06
8. Laura Deas (Gbr) +1″09
9. Sophia Griebel (Ger) +1″39
10. Asleigh Fau Pittaway (Gbr) +1″58

17. Alessia Crippa (Ita) +2″21

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!