La vittoria in Supercoppa, l’uscita di scena in Women’s Champions League e il secondo posto in campionato. Non è stato un inizio di stagione brillante per il Brescia che comunque resta incollato alla Fiorentina per la lotta scudetto. E da gennaio mister Milena Bertolini chiede la svolta.

Mister, si aspettava un campionato così combattuto e una Fiorentina così forte?
“Non sono sorpresa. La Fiorentina ha fatto il mercato più scoppiettante, andando a comprare giocatrici molto forti e credo che, anche dal punto di vista dell’organico, sia la squadra più completa in tutti i reparti. Il campionato è equilibrato perché tante squadra hanno diverse giocatrici importanti o giovani di grande prospettiva. Il livello in generale è cresciuto sia dal punto di vista organizzativo sia per quanto riguarda la competenza degli staff, il punto di vista tecnico-tattico e quello fisico”.

Nelle ultime partite abbiamo assistito ad un cambio di modulo, possiamo parlare di svolta definitiva verso la difesa a 4?
“Con le ragazze stiamo lavorando sia per quanto riguarda la difesa a 3, sia sulla difesa a 4. Il nostro modulo dipende anche della condizioni delle giocatrici e dal loro stato di forma. Dobbiamo imparare ad essere elastiche mentalmente da questo punti di vista. Serve una capacità di lettura della gara molto evoluta. Manieri? E’ giocatrice con grandi qualità tecniche e fisiche ma in questi mesi ha patito diversi acciacchi fisici per questo spesso l’ho fatta giocare sulla linea dei centrocampisti. Deve tornare al top della forma fisicamente ma credo che possa fare diversi ruoli”. 

Tornando alla partita contro la Fiorentina, che cosa non ha funzionato in quella gara?
“Non hanno funzionato diverse cose la prima su tutte è che loro sono entrate in campo con una determinazione diversa rispetto a noi. Da quello poi si è sviluppata la partita”.

Mercato aperto: ci saranno interventi da parte vostra?
“Numericamente abbiamo iniziato con poche giocatrici rispetto a quello che avevamo fissato, purtroppo le partenze dell’ultimo minuto ci hanno lasciati sorpresi. Non è mai facile riuscire a trovare ragazze che giochino al nostro livello. Stiamo cercando di acquistare una centrocampista russa, visto anche l’infortunio di Rosucci. Anche in difesa ci manca qualcosa. Abbiamo diverse giovani interessanti in Primavera ma non è mai facile fare il salto in Prima squadra”.

Su quali aspetti in particolare state lavorando durante questa sosta?
“In questi giorni prima di Natale stiamo facendo un lavoro sulla forza. Veniamo da un periodo con un gara ogni 3 giorni che ci ha permesso di lavorare solo sui recuperi. Faremo anche un recupero aerobico e un lavoro tecnico-tattico i cui aspetti dovranno essere ripresi anche dalle Nazionali”.

Qual è la sua speranza legata al Brescia per il 2017?
“Mi aspetto che la squadra ritrovi la determinazione necessaria che ha contraddistinto la scorsa stagione e che in questi mesi abbiamo perso. Determinazione e fame devono essere alla base di tutto”.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!