Nove giornate giocate, 19 punti messi in cascina e una Lana Clelland strepitosa. Si potrebbe riassumere così l’inizio di campionato di un Tavagnacco giovane, sfortunato per quanto riguarda i tanti infortuni, e quarto in classifica davanti a formazioni del calibro di AGSM Verona e Mozzanica. Per fare il punto della situazione, abbiamo intervistato mister Amedeo Cassia.

Mister, che voto darebbe alla sua squadra per questa prima parte di campionato?
“Sicuramente un voto positivo visto anche che ripartivamo da zero. Devo dire che dal punto di vista caratteriale abbiamo davvero dato tutto”.

Qual è stata secondo lei la miglior partita giocata dalla sua squadra?
“Penso che il miglior calcio lo abbiamo messo in campo nel secondo tempo della gara contro l’AGSM Verona. Peccato che nella prima frazione avevamo fatto male e abbiamo comunque perso”.

Avete in rosa l’attuale capocannoniere della serie A, Lana Clelland. Che tipo di giocatrice è?
“Non è mai facile allenare gli attaccanti, ma lei ha grande voglia di imparare. Si mette sempre a disposizione. Ha caratteristiche che ne fanno più una punta esterna che una prima punta. Diciamo che è atipica e predilige andare in profondità. Le piace anche giocare palla al piede ma deve imparare a dialogare di più con le compagne. E’ una ragazza con enormi potenzialità e, se continua a lavorare come sta facendo, può diventare una giocatrice davvero importante”.

Per quanto riguarda invece il capitolo mercato?
“La scelta è quella di continuare così anche se siamo davvero in poche. Purtroppo abbiamo avuto diversi infortuni gravi e ho a disposizione soltanto 15-16 giocatrici. Continuiamo così con in testa l’obiettivo salvezza”.

Qual è la sua speranza per il Tavagnacco nel 2017?
“Vorrei proseguire in questo modo, anche nel lavoro quotidiano. Spero che ci sia sempre quel pizzico di fortuna che serve per ottenere i risultati. Metterei la firma per raccogliere gli stessi punti anche nel girone di ritorno”.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!