Domenica alle 17 a Firenze per tentare quella che contro il Brescia ha l’aria di essere un’impresa. Falcidiato dagli infortuni, l’AGSM Verona di mister Renato Longega proverà a dare del filo da torcere alle campionesse d’Italia. Per l’occasione abbiamo intervistato il tecnico della squadra veronese.

Come ha visto la squadra in questi giorni prima della finale di Coppa Italia?
La squadra l’ho vista bene, ma abbiamo tante defezioni per la gara di domenica e invece di recuperare giocatrici continuiamo a perderle. In ogni caso vogliamo andare a Firenze per provare a giocarci la Coppa”.

Quanto peserà l’assenza di capitan Gabbiadini?
“Ci siamo abituati alla sua assenza perché non l’abbiamo avuta per due mesi, mancasse solo lei non sarebbe un grande problema”.

Cosa temete di più del Brescia?
“Il Brescia è una squadra molto forte in tutte le sue componenti. Ha una rosa ampia che le permette di sopperire alle assenze. Noi siamo molto felici di essere in finale, ma giocarcela “regalando” 7-8 titolare ad una squadra come quella biancoblù non è il massimo”.

La nota lieta è che, nonostante tutti questi infortuni, avete raggiunto la qualificazione alla prossima Women’s Champions League
E’ un traguardo che vale doppio.  Nell’ultima giornata contro la Fiorentina loro avevano 2 risultati utili su 3 e noi arrivavamo a giocarci uno scontro importante con tantissime infortunate. Abbiamo fatto una grande gara e resto convinto che con l’organico al completo ce la saremmo giocata fino alla fine anche per lo scudetto”.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!