19 anni oggi e festa grande in casa Verona. E’ la prima bomber, davanti anche a capitan Melania Gabbiadini in termini di reti in questo inizio di campionato. Lei è Martina Piemonte, classe 1997 e, dopo il passaggio dal San Zaccaria, sembra già essersi integrata perfettamente nei meccanismi di mister Longega. L’ultima ad arrendersi, spesso la prima a segnare.

Martina, hai iniziato il campionato con 3 reti nelle prime 4 partite. Ti aspettavi un inizio così importante?
“Sinceramente no, ma tutto questo è il frutto dell’allenamento e del duro lavoro. I gol poi arrivano anche grazie al lavoro di squadra”.

Come ti stai trovando in coppia con Gabbiadini e che cosa ti sta insegnando una giocatrice della sua esperienza?
“Basta dire il nome Melania Gabbiadini, è una garanzia. E’ davvero molto bello giocare al suo fianco, da lei imparo tanti movimenti”.

Mister Longega ha dichiarato che sabato ha visto un passo indietro in termini di gioco. Che cosa è successo contro il Como?
“Semplicemente non c’eravamo con la testa, è stata una gara davvero brutta da parte nostra. Non siamo uscite dallo spogliatoio nella maniera giusta“.

Quali sono i tuoi obiettivi personali e quelli della squadra in questa stagione?
“I miei obiettivi sono quelli di fare più gol possibili e continuare a crescere, vorrei fare sempre un gradino in più. Per quanto riguarda la squadra puntiamo a vincere il campionato o comunque arrivare nelle prime posizioni in classifica”.

Quanto sarà difficile dover fare da spettatrici nelle gare degli ottavi di Women’s Champions League e dove pensi possa arrivare il Brescia?
“Da spettatrici è tutta un’altra storia, ci dispiace tantissimo essere uscite subito. Per fortuna in corsa c’è una squadra italiana, le sosteniamo e auguriamo a loro il meglio in Europa. Sono una squadra davvero forte, penso possano andare molto lontano”.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!