La Domina Neapolis, quarta in classifica nel girone D, può contare su un doppio allenatore proprio come la Fiorentina Women’s. Tra questi Antonio Genovese che, come vi abbiamo raccontato nella scorsa settimana è diventato talent scout dell’OSA FC.

Antonio, come sta andando il campionato della Domina Neapolis?
“Siamo molto soddisfatti del nostro campionato. Il nostro obiettivo era la salvezza, quindi per prima cosa puntiamo a raggiungere questo traguardo. Vogliamo fare un lavoro per amalgamare le ragazze in una società che è ancora molto giovane. Abbiamo una squadra piena di ragazze classe 2001 e 2002 che stanno mettendo il massimo impegno. Domenica incontreremo la Lazio Women e sono convinto che possiamo fare bene. Non dobbiamo però sottovalutare la Lazio, è una buona squadra con una base solida. All’andata abbiamo sprecato tanto e alla fine abbiamo subito 2 gol. Quella però è stata la molla per far partire il campionato della Domina con una partita di ritardo. Dobbiamo imparare a mantenere una soglia di tensione alta, giochiamo partita dopo partita con lo spirito e il cuore della Domina. Questa squadra si merita tutto il bene, dalle ragazze alla dirigenza allo staff per tutti i sacrifici che fanno”.

Per quanto riguarda la testa del girone, chi vedi in vantaggio tra Roma e Bari?
“Sono due squadre forti ma in maniera diversa. Il Bari è giovane mentre la Roma è più esperta. Credo che la Roma debba fare più punti possibili per non giocarsi la promozione all’ultima gara di campionato nello scontro diretto in casa del Bari, proprio come era successo lo scorso anno col Chieti. In generale il nostro è un bel girone, nulla è scontato nemmeno nella parte bassa. Lo stesso Apulia Trani, attualmente fanalino di coda, col ritorno in panchina di mister Mannatrizio sembra abbia ritrovato la coesione giusta”. 

Per quanto riguarda invece la serie A?
“La Fiorentina ha sicuramente ha un bel progetto. Il progetto con mister Fattori, integrato con mister Cincotta sta dando i suoi frutti. Devono solo stare attenti a se stessi perché il Brescia è forte ma la Viola ha tutte le componenti per vincere il campionato. Dobbiamo prendere esempio dalla Fiorentina, come anche dal Sassuolo e dall’Empoli, perché sono società maschili che hanno creduto nel femminile”.

 

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!