Si coccola Gloria Marinelli ma punta anche su altre baby che sembrano pronta a fare il grande salto. Il presidente della Grifo Perugia, Valentina Roscini ha le idee chiare in testa sia per la prossima stagione sia sul futuro del calcio femminile. “Vorrei fosse considerato normale vedere una ragazzina che gioca a calcio – ci ha detto con fermezza durante la nostra intervista – Questo non è uno sport solo per uomini”.

Presidente, qual è il vostro bilancio a chiusura della stagione?
“Siamo soddisfatti perché la squadra si è dimostrata compatta nonostante fosse formata da ragazze di età diverse. Forse avremmo potuto pretendere qualcosa in più come risultati ma per vincere un campionato di serie B servono delle specificità che evidentemente non abbiamo avuto. Ad esempio ci sono mancate l’esperienza in alcuni elementi e la freddezza. Siamo soddisfatti della crescita delle più giovani e vogliamo dar loro continuità. Dispiace invece per altre ragazze che arrivate ai 27-28 anni non riescono più a far coincidere lavoro e allenamenti. Molte ragazze ci lasceranno per la prossima stagione proprio per questo motivo. Ogni anno sono tanti i talenti che vengono tolti al calcio a causa della realtà in cui versa il calcio femminile”.

Marinelli, nonostante le tante voci di mercato, ha deciso di restare ancora alla Grifo. Quanto sarà importante per voi?
“E’ stata lei stessa a cercarci quando aveva 14 anni e ci ha ritenuto all’altezza di farla crescere nel migliore dei modi. E’ nostra con un contratto pluriennale ma per me l’importante è che restino ragazze motivate. Marinelli ogni anno è una stupenda conferma, la sua presenza fa la differenza ed è una delle ragazze più promettenti e nella prossima stagione può trascinarci. Ha ricevuto diverse offerte dalla serie A, ma sa benissimo che qui gioca sempre e con una fiducia incondizionata. Questa stagione per lei e diverse altre sue coetanee può rappresentare un punto di partenza”.

Per quanto riguarda lo staff tecnico della Prima squadra, quali saranno le novità?
“Lo staff tecnico della Prima squadra è confermato anche per la prossima stagione. Si aggiungerà però Bianca Parisi che l’anno scorso ha fatto una tesi sperimentale per il suo master con noi. Verrà integrata nello staff come vice allenatore”.

Pensando alla prossima stagione quale sarà il vostro obiettivo?
“Ogni anno vincere tutte le gare penso sia l’obiettivo di ogni società. Noi vogliamo migliorarci dopo il terzo posto dello scorso anno. Vogliamo fare in modo di crescere ragazze che siano capaci di giocare a calcio per poi giocare in futuro in serie A. Forse non è un programma che si può realizzare in un anno, ma ci vorrà un po’ di più”.

Sul fronte calciomercato invece cosa state cercando?
“In settimana dovrò parlare con diverse giocatrici. Tra queste ci sono una ragazza del Foligno, una centrocampista laterale che viene dal Giappone e un portiere spagnolo. Grazie all’università di Perugia spesso accogliamo ragazze che si trasferiscono in Italia per studiare ma vogliono continuare a giocare a calcio”.

Cosa significa da donna essere il presidente di una squadra di calcio femminile?
“Ho giocato a calcio per 20 anni e in cuor mio ho sempre sperato di poter un giorno ricoprire un ruolo dirigenziale per provare a cambiare qualcosa. E’ bello vedere i frutti del proprio lavoro e superare le difficoltà. Ogni anno cerchiamo una crescita. Vorrei far passare il messaggio che chi gioca a calcio non è un maschiaccio ma una donna. Non è uno sport solo per uomini e vorrei fosse considerato normale vedere una ragazzina che gioca a calcio”.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!