Classe 1997, Paola Cuciniello, dopo aver giocato la B con la maglia del Napoli CF, è passata alla Jesina scegliendo di giocarsi le sue carte in Serie A. Il terzino ci ha raccontato la sua esperienza nel mondo del calcio, lasciando trasparire tutta la sua voglia di crescere in questo ambiente.

Da che cosa nasce la tua passione per il calcio?
“Non so di preciso da cosa nasce questa passione, anche perché mio padre da giovane praticava judo, mio fratello gioca a pallavolo, quindi diciamo che il calcio non era uno sport di casa. Eppure sin da piccola detestavo le bambole e amavo la palla e soprattutto mi rendeva felice riuscire in un bel tiro o in qualche palleggio. In più da buona famiglia napoletana, ogni domenica era ed è abitudine riunirsi per tifare la squadra biancoazzurra. Ricordo che aspettavo con ansia il giorno della partita e mi affascinava l’emozione di una bella giocata o addirittura del goal”.

Che tipo di giocatrice sei?
“Ho giocato molte volte come centrale difensivo, il mio ruolo nel campo, nonché quello che preferisco è il terzino, ovvero il laterale di difesa. È questo un ruolo che ti da la possibilità oltre che di difendere, anche di salire sulla fascia ed essere d’aiuto nelle azioni offensive. Penso che sia il ruolo che più rispecchi le mie caratteristiche”.

Come stanno andando questi primi mesi di serie A dopo il Napoli?
“Come potete vedere dai risultati delle partite e dalla classifica, non proprio benissimo. Era comunque per me importante giocare in un campionato di livello superiore a quello in cui giocavo col Napoli. La Jesina me ne ha dato l’opportunità e al di là dei risultati sicuramente questa stagione è stata e sarà un’esperienza necessaria per la mia crescita professionale personale. Sono speranzosa del fatto che la situazione generale della squadra possa cambiare in meglio, anche perché siamo un bel gruppo, con cui si può fare un bel lavoro e raggiungere risultati positivi”.

Cosa vi aspettate dalla prossima gara contro il Mozzanica?
“Il Mozzanica, sappiamo che è un’ottima squadra con giocatrici di qualità, che quest’anno sta facendo bene, raggiungendo anche un bella posizione nella classifica. Questo sabato andremo ad affrontarle in casa loro con la consapevolezza che non si possono più sbagliare partite se vogliamo raggiungere l’obbiettivo della salvezza. Quindi faremo il nostro gioco, tentando di mettere in difficoltà l’avversario ed acquistare qualche punto”.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!