Una liberazione. E’ questa la sensazione che si percepisce dalle parole di capitan Benedetta Mazzucchetti, difensore classe 1983 del San Bernardo Luserna, dopo i primi tre punti del campionato conquistati sabato contro la Jesina.

Benedetta, che sensazione vi hanno dato i primi tre punti in classifica e quanto li stavate aspettando?
“Questi tre punti li aspettavamo praticamente da inizio campionato. Per noi sono stata un’iniezione di fiducia, ci speravamo perché ad un certo punto non raccogliere nemmeno un punto era iniziato a diventare un peso. C’è da dire che nelle prime due giornate a livello di gioco non avevamo fatto male, poi col Como 2000 c’è stato un passo indietro”.

Che cosa è cambiato nella vostra mente contro la Jesina?
“Abbiamo capito che dovevamo aiutarci e abbiamo iniziato a giocare da squadra. Era stata proprio l’unione tra i reparti a mancarci nella gara contro il Como”.

Come vi state preparando per la prossima gara contro l’AGSM Verona?
“Dopo la vittoria contro la Jesina siamo cariche. Speriamo di continuare a far bene rosicchiando magari qualche punto ad una grande squadra come il Verona”

L’obiettivo stagionale della squadra?
“Il primo obiettivo resta la salvezza ma sarebbe bello riuscire a fare anche qualcosa in più”.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!